I vandali ‘sfidano’ il cancello di piazza Sant’Anna: sfondata un’altra vetrata della Domus

Hanno approfittato dell’apertura diurna dell’inferriata per entrare e colpire

TERAMO – Un vera e propria sfida all’amministrazione contro l’installazione del cancello, quella lanciata dai vandali che nel pomeriggio di ieri hanno sfondato l’ennesima vetrata della copertura dell’area archeologica della Domus di piazza Sant’Anna. A fare la scoperta questa mattina gli operai della ditta incaricata di arredare l’area verde delimitata dall’inferriata e lo stesso assessore alle manutenzioni Valdo Di Bonaventura, che alle 7:30 ha aperto il cancello (che resta aperto fino all’imbrunire).

“Purtroppo qui si fa tanto per riportare decoro alla città e ai suoi angoli più degradati e invece accadono questi episodi – è stato il commento dell’assessore -. Ma non demordiamo, l’importante è non mollare”.

L’amministrazione ha deciso di installare il cancello per limitare i danni nell’area e impedire gli assembramenti di giovani, vandali e tossicodipendenti che avevano ridotto la zona verde attigua alla piazza ad area di risulta. Il cancello dovrebbe restare chiuso di notte e aperto di giorno e forse proprio di questa apertura diurna hanno approfittato i vandali che hanno sfondato con una grossa pietra lo spesso strato di vetro.

Ascolta l’intervista all’assessore Valdo Di Bonaventura andata in onda nel Tg di R115

Leave a Comment