Teramo giovanissimo e concreto, fa pari ad Avellino. Ultimi 90′ per i play off

Paci costretto a schierare tre ’99, due 2000 e l’ottimo esordiente Lombardi (2002). E ha anche rischiato di vincere TERAMO – E’ di grande qualità, oltre che utile per la griglia play off, il pareggio che il Teramo ha strappato oggi pomeriggio al Partenio di Avellino. Lo 0-0 premia sicuramente la condotta dei biancorossi, a maggior ragione se si considera che in campo c’erano sei under (tre ’99, due 2000 e un 2002 all’esordio assoluto, Lombardi, autore di una ottima prova, tutta carattere e personalità). E in panchina Paci ha…

Continua a leggere

FOTO/ Casa del Popolo celebra “l’ideale e non la ricorrenza”

Giornata dal programma intenso per festeggiare il 25 Aprile sulle note di ‘Bella ciao” TERAMO – Anche gli attivisti della Casa del Popolo sono stati in piazza questa mattina per celebrare la Festa di Liberazione, con un intenso programma che ha coperto l’intera giornata di questo 25 Aprile. A cominciare dalla deposizione delle rose rosse sulle tombe dei partigiani teramani al Camposanto comunale di Cartecchio. Con lo slogan ‘Per alcuni è una ricorrenza, per noi è un ideale. Resistenza!’, Casa del Popolo è stata protagonista anche in piazza della Libertà…

Continua a leggere

FOTO/ “Sentiamoci tutti i giorni Partigiani dei più deboli e dei bambini”

Il sindaco invita a seguire l’esempio della Resistenza e del dopo Guerra per superare il dramma del Covid TERAMO – La Resistenza allora come oggi contro un nemico comune, la ricostruzione come 76 anni fa fece ripartire l’Italia e mettere in pratica interventi efficaci per rincorrere un nuovo futuro collettivo. E’ questo il significato attualissimo della festa di Liberazione, nelle parole del sindaco di Teramo, Gianguido D’Alberto, pronunciate oggi nel corso delle manifestazioni per l’anniversario del 25 Aprile, che 76 anni fa segnò la fine dell’occupazione nazifascista. D’Alberto ha partecipato…

Continua a leggere

Zona rossa, i sindaci chiedono un tavolo urgente con l’Unità di crisi

Costantini e Vagnoni auspicano che la restrizione sia revocata prima del 30 aprile GIULIANOVA – E’ rivolta contro la decisione di prorogare per un’altra settimana la zona rossa in 4 comuni del Teramano (Giulianova, Martinsicuro, Torricella e Castellalto) nonostante da domani, lunedì, si torni in giallo in Abruzzo e in gran parte dell’Italia. La chiusura ‘chirurgica’ sulla base del monitoraggio effettuato dalla Asl di Teramo, non è andata giù ai primi cittadini di Giulianova, Jwan Costantini e di Martinsicuro, Massimo Vagnoni, che adesso chiedono un tavolo urgente di confronto con…

Continua a leggere