L’Unità di crisi conferma: Giulianova e i tre comuni teramani tornano in giallo

Come anticipato ieri, Rt e ricoveri in calo: solo due comuni restano rossi, sono Barisciano e San Pio delle Camere

TERAMO – Come anticipato ieri (leggi qui), i quattro Comuni della provincia di Teramo che erano in zona rossa da domani tornano in giallo. Il presidente della Regione, Marco Marsilio, ha presieduto la riunione dell’Unità di Crisi, che si è svolta a L’Aquila, per analizzare le misure da adottare, dopo l’analisi dell’andamento epidemiologico settimanale, attraverso la nuova ordinanza che entrerà in vigore dalla mezzanotte di oggi: oltre a verificare che l’indice Rt è sceso ulteriormente, l’Unità di crisi ha confermato la zona rossa per Barisciano e San Pio delle Camere, mentre ha ‘liberato’ tutti gli altri, compresi Giulianova, Martinsicuro, Castellalto e Torricella.

Una settimana che ha visto l’indice RT scendere ulteriormente – ha detto Marsilio – rispetto a quella scorsa, da 0,84 a 0,78, in attesa di ufficializzazione da parte dell’Unità di crisi nazionale. Sta scendendo l’occupazione dei posti letto in ospedale sempre più vicina alla percentuale del 20%”.

La prima settimana dell’Abruzzo in zona gialla – ha dichiarato il presidente Marsilio – ha mostrato segnali positivi riguardo l’andamento dei contagi e il comportamento corretto dei cittadini. Il numero dei contagiati si abbassa ulteriormente, anche se si continuano a monitorare alcune situazioni, a cominciare da alcune scuole dove si sono registrati focolai che sono stati immediatamente isolati. Per il resto rimangono solo due Comuni in tutta la regione, San Pio delle Camere e Barisciano, dove si rende necessario prorogare le misure della zona rossa. Tutti gli altri Comuni torneranno in zona gialla a partire da domani”.

Leave a Comment