Si sgretola viadotto a Sant’Atto, chiuso il transito in via Facii

I Vigili del fuoco rimuovono le parti ammalorate, il Comune vieta il transito: la struttura va verificata (è della Provincia)

TERAMO – Il cavalcavia della Teramo-Giulianova che attraversa via Isidoro e Lepido Facii, a Sant’Atto, perde pezzi di calcestruzzo dei copriferro e i vigili del fuoco chiudono la strada che collega la variante di San Nicolò alla zona industriale. E’ successo nel pomeriggio di oggi, dopo la segnalazione di alcune persone che facevano footing nella zona.

Sul posto e in terra, sono evidenti le cadute di pezzi del piccolo viadotto stradale che affianca quello ferroviario: i distacchi rappresentano in sé per sè un rischio per le auto e i pedoni in transito, ma soprattutto mettono a nudo, è il caso di dirlo, l’ammaloramento della struttura.

Dopo la segnalazione, sul posto sono intervenuti i vigili del fuoco che hanno utilizzato il cestello dell’autoscala per accertare le condizioni degli elementi strutturali del cavalcavia: l’ossidazione dei ferri di armatura hanno provocato il distacco. La squadra di reperibilità dell’ufficio tecnico del Comune di Teramo (via Isidoro e Lepido Facii è comunale, mentre la statale 80 è passata sotto la gestione della Provincia) ha provveduto a transennando la via, vietando il transito in attesa che vengano effettuate le necessarie verifiche tecniche e strutturali sul viadotto. E’ vietato dunque transitare sotto alla struttura, ma percorrerla sopra.

Leave a Comment