VIDEO/ Un centro sportivo universitario per sport paralimpici nell’ex rettorato

L’Adsu lo realizzerà nell’ex ‘vaccheria’ concessa dalla Asl. Costo 2,5 milioni per pallamano e basket in carrozzina e torball

TERAMO – Realizzare un centro sportivo polivalente, accessibile anche al circuito della Federazione italiana sport disabili, in pieno centro, nell’area antistante la nuova residenza universitaria in costruzione a viale Crucioli. E’ l’obiettivo dell’Adsu Teramo, che questa mattina ha presentato il progetto in piazza Sant’Anna alla presenza del presidente della Regione Marco Marsilio, dell’assessore regionale Pietro Quaresimale, del direttore generale della Asl Maurizio Di Giosia, del sindaco di Teramo Gianguido D’Alberto e del presidente del comitato paralimpico Luca Pancalli.

Il progetto, illustrato dal direttore dell’Adsu Antonio Sorgi, interessa un’area di 9.772 metri quadri di proprietà della Asl e prevede il recupero dell’ex vaccheria dell’ospedale, destinandola a palestra con servizi annessi (spogliatoio, ambulatorio medico, servizi ricreativi), la realizzazione di un campo sportivo coperto, un’area parcheggio e la sistemazione di un parco verde per attività sportive all’aperto quali corsa campestre e mountain bike.

Si tratta di un progetto a completamento del centro servizi universitari che stiamo realizzando qui a Teramo con la nuova residenza universitaria – ha sottolineato Sorgi – guardandoci attorno ci siamo resi conto che in via Cavour, proprio di fronte, c’è l’ex vaccheria di proprietà della Asl e così abbiamo avviato un’interlocuzione con l’azienda sanitaria sulla disponibilità di quest’ultima ad alienare l’area“. Interlocuzione che ha visto una risposta positiva della Asl. “Adesso bisognerà trovare l’accordo – ha aggiunto – facendo riferimento alla Regione visto che siamo due aziende regionali“.

Il costo stimato dell’opera è di 2,5 milioni di euro e il progetto è stato presentato sia al Comune che alla Regione per essere inserito tra quelli da portare a finanziamento nell’ambito dei fondi del Recovery Plan. “Questa mattina siamo qui a parlare dello sviluppo di un’altra infrastruttura importante per la nostra città – ha commentato Di Giosia – e noi come Asl siamo sempre disponibili a contribuire a progetti di sviluppo“. Soddisfazione è stata espressa anche dal presidente della Regione Marco Marsilio. “Un progetto ambizioso che sosteniamo con convinzione – ha detto Marsilio – che non è soltanto tarato sull’esigenza ristretta del territorio ma che guarda anche a un orizzonte molto più ampio. La sua realizzazione sarà davvero un fiore all’occhiello per la città e la Regione Abruzzo“.

Il presidente del Comitato Paralimpico Pancalli ha invece sottolineato la valenza sociale del progetto: “Un centro sportivo universitario che sia accessibile a tutti ha un valore sociale inestimabile – ha commentato – è ancora lontano il giorno in cui non si dovrà sottolineare il valore sociale della piena accessibilità“.

Ascolta l’intervista al direttore dell’Adsu Antonio Sorgi, andata in onda nel Tg di R115

Leave a Comment