Ecco la pattuglia degli abruzzesi (e trapiantati) per Tokyo: ci sono Gaia e Claudio Mazzaufo

Sono in totale 16, 11 i nativi. Il Coni Abruzzo è “orgoglioso del gruppo”

TERAMO – Il Coni Abruzzo, attraverso il suo presidente Enzo Imbastaro, la giunta e il consiglio, “è orgoglioso del nutrito gruppo di corregionali che prenderà parte ai prossimi Giochi olimpici di Tokyo“.

Gli auguri corrono su Facebook: “Un grande in bocca al lupo a tutti loro, atleti e tecnici, abruzzesi di nascita e abruzzesi acquisiti, che onoreranno al massimo delle loro possibilità la maglia azzurra“. La pattuglia è nutrita, perché in totale gli abruzzesi, tra nativi e ‘adottivi’, che parteciperanno alla manifestazione a cinque cerchi, sono 16 tra atleti e tecnici.

Di questi 11 sono abruzzesi doc, gli altri no ma radicati nella nostra regione: come il cestista Giampaolo Ricci (nato a Roma ma teatino da sempre), il ciclista paralimpico Pierpaolo Addesi (alla quarta Olimpiade, nato a Mariano Comense ma residente a Torrevecchia Teatina, corre con il Team Go Fast Roseto), la ciclista Marta Bastianelli (nata a Velletri ma residente nel Teramano sposata con l’ex ciclista professionista Roberto De Patre), Alessia Russo, ginnastica ritmica (nata a Figline Valdarno, ma cresciuta sportivamente con l’Armonia d’Abruzzo di Chieti), Verena Steinhauser, triathlon (nata a Bressanone, vive a Montesilvano con il suo compagno e coach Simone Mantolini)

Ci sono poi gli abruzzesi come la teramana Gaia Sabbatini nell’atletica, Paolo Nicolai nel beach volley (vicecampione olimpico in carica), Francesco Di Fulvio, nella pallanuoto (medaglia di bronzo in carica), Simone Fontecchio nel basket, Giulio Ciccone nel ciclismo, Fabrizia Marrone nel softball; ci sono infine i tecnici, come il teramano Claudio Mazzaufo (responsabile dei salti), Amedeo Pomilio (viceallenatore ed ex giocatore nella pallanuoto, medaglia d’oro a Barcellona 1992, bronzo Atlanta 1996, argento Londra 2012, bronzo Rio de Janeiro 2016) Giovanna Palermi (softball) , Caterina De Marinis (beach volley); Simone Mantolini (triathlon)

Leave a Comment