Torna l’Abruzzo Irish Festival: atmosfere da Temple Bar con 3.500 posti e tamponi sul posto

Dal 2 al 5 settembre a Notaresco l’ottava edizione della rassegna dedicata alla tradizione irlandese

NOTARESCO – Dopo lo stop dello scorso anno dovuto al Covid, che ha visto comunque l’evento approdare on line, torna l’appuntamento con l’Abruzzo Irish Festival a Notaresco, giunto quest’anno all’ottava edizione.

Un’edizione speciale che si svolgerà dal 2 al 5 settembre, con 200 ore di musica dal vivo, 100 artisti, l’installazione di un vero e proprio villaggio celtico, atmosfere da ‘Temple bar’ di Dublino, la via dei veggenti, manipolatori del fuoco, giocolieri, gastronomia irlandese e una selezione di 16 birre.

La manifestazione, che quest’anno prevederà un ingresso contingentato nel rispetto delle norme anti Covid, arrivando ad ospitare un massimo di 3.500 persone a sera, è stata presentata in Provincia dagli organizzatori dell’associazione ‘Innocent Smith’ insieme al presidente della Provincia e sindaco di Notaresco Diego Di Bonaventura e all’assessore comunale agli eventi Micaela Savini.
“Abbiamo continuato a crederci e nonostante la complessa organizzazione dell’evento per via delle restrizioni anti Covid – ha sottolineato Di Bonaventura – abbiamo voluto garantire continuità nello svolgimento del Festival che ogni anno richiama migliaia di appassionati e visitatori e che ha proiettato in Italia e all’estero una nuova visione del nostro territorio. Il Festival si svolgerà interamente all’aperto e siamo sicuri che anche quest’anno, facendo le cose per belle, riusciremo ad ottenere uno straordinario risultato”.

Come sottolineato dall’assessore Savini anche quest’anno il Comune di Notaresco ha messo in piedi un grande sforzo organizzativo, confermando il servizio di bus navetta da e verso le 5 aree parcheggio predisposte a nord e sud del paese e riproponendo sia l’area camper in centro che il campo tende con tutti i servizi collegati. Cuore pulsante della manifestazione sarà la musica celtica, con oltre 100 performer, come sottolinea da Matteo Canzari, dell’associazione Innocent Smith. Come per tutti gli spettacoli all’aperto per accedere al Festival servirà il Green Pass e per chi non è provvisto sarà presente un punto appositamente allestito dove effettuare un tampone rapido a prezzi convenzionati.

Leave a Comment