Al Mazzini ‘ricostruito’ il volto a 21enne vittima di incidente stradale

Il giovane aveva riportato una gravissima frattura cranio-facciale e aveva rischiato la vita

TERAMO – Un vero e proprio intervento salvavita quello effettuato al Mazzini di Teramo su un 21enne teramano, che dopo essere stato ricoverato a luglio in condizioni critiche in rianimazione per un incidente stradale con diagnosi di trauma cranico facciale è stato adesso dimesso in buone condizioni.

Il ragazzo aveva riportato una complessa frattura della faccia, di tipo ‘Le Fort III’ detta anche ‘distacco cranio facciale’, un tipo di frattura talmente grave che spesso risulta essere mortale per il massivo sanguinamento.

Il tempestivo intervento del 118 e il lavoro dei medici della Rianimazione di Teramo hanno permesso di stabilizzare le critiche condizioni del paziente che, dopo un’attenta valutazione multidisciplinare da parte degli specialisti della Chirurgia maxillo-facciale, della Neurochirurgia, dell’Oculistica e degli otorinolaringoiatri, il 2 agosto è stato sottoposto a un delicato intervento chirurgico dall’equipe di Chirurgia maxillo-facciale e Odontostomatologia diretta da Paolo Di Emidio.

L’intervento, durato quasi cinque ore, ha permesso il ricollegamento dello scheletro facciale al cranio, da cui era staccato. Il paziente, ricoverato nell’unità operativa di Chirurgia maxillo-facciale dell’ospedale di Teramo, è stato dimesso lunedì in buone condizioni e non necessita di ulteriori interventi. “L’intervento eseguito dai nostri specialisti – commenta il direttore generale Maurizio Di Giosia – è un ottimo esempio dei risultati che si ottengono lavorando in un’ottica multidisciplinare, dai primi soccorsi eseguiti dal 118, alle cure intensive in Rianimazione, alle consulenze, fino al complesso intervento eseguito dalla Chirurgia maxillo facciale“.

Leave a Comment