VIDEO/ Prati di Tivo, spiragli sulla concessione ma le manutenzioni sono in grave ritardo

Asbuc disponibile alla proroga di un anno, ma gli impianti non saranno pronti in poco tempo

PIETRACAMELA – Si corre contro il tempo (ma quando mai non è stato così) ai Prati di Tivo per permettere di non perdere un’altra stagione sciistica, ma se sul fronte della concessione dei terreni di uso civico, l’Asbuc sembra aver dichiarato la propria disponibilità a concederla alla Gran Sasso Teramano perchè la ‘giri’ a Finori, c’è il nodo manutenzione in forte ritardo proprio per la mancanza, fino ad ora, della concessione…

Sembra un cane che si morde la coda, ma ai Prati ormai ci si è abituati a questo clima di incertezza fino alla fine. In ogni caso l’Asbuc dovrà adesso concretizzare la disponibilità dichiarata, sulla base della richiesta da parte della Gst di una proroga della concessione per un anno (in precedenza era stato concordato un periodo di 6 mesi, ma insufficienti per ‘coprire’ anche la successiva stagione estiva).

Intanto sul fronte Fano Adriano si attendono gli sviluppi della richiesta del Comune (che ha fatto ricorso al Consiglio di Stato) di ‘stralciare’ le proprietà di Pratoselva dal pacchetto complessivo delle due stazioni sciistiche venduto all’imprenditore Marco Finori per 1,6 milioni di euro. Il commissario liquidatore Gabriele Di Natale, nell’intervista rilasciata a R115, ha ricordato che l’obiettivo principale è vendere per incassare le somme che serviranno a pagare i creditori, Comune di Fano Adriano e altri soci della Gst compresi.

Intanto ha ribadito che confermerà le dimissioni se non ci saranno soluzioni utili per il rilancio della montagna teramana.

Guarda il servizio andato in onda nel Tg di R115

Leave a Comment