Domani sciopero TeAm ed EcoTeDi. Il Comune consiglia di non conferire i rifiuti

Si ferma a livello nazionale tutto il settore. Disponibili i servizi essenziali e a Teramo il centro di Carapollo

TERAMO – Domani saranno possibili disservizi nella raccolta dei rifiuti e nei trasporti pubblici. Lo annunciano sia la Teramo Ambiente che la EcoTedi a Giulianova, nell’ambito della vertenza per il rinnovo del contratto di lavoro del comparto di igiene ambientale, che ha portato alla proclamazione dello sciopero nazionale per l’intera giornata.

Sia la TeAm che la EcoTeDi garantiranno la raccolta per gli ospedali e i servizi minimi previsti dalla legge. Il Comune di Teramo consiglia dì non esporre i rifiuti previsti nella giornata dì lunedì 8 novembre (plastica) e ricorda che, per l’eventuale conferimento, resta comunque possibile recarsi presso il centro di raccolta di Carapollo, aperto dal lunedì al sabato dalle 13 alle 17.

Sarà invece locale, in provincia di Teramo, la sciopero di 8 ore indetto da Filt Cgil, Faisa Cisal e UilTrasporti, per protestare contro la Tua, l’azienda del trasporto pubblico regionale, per la gestione e l’organizzazione delle sedi di Teramo e Giulianova, in particolare contro le rimodulazioni e le razionalizzazioni dei servizi.

Secondo i sindacati questo ha prodotto penalizzazioni alla clientela, nonché il peggioramento delle condizioni di lavoro per i dipendenti.

Leave a Comment