Tredici muratori assunti dalle imprese Ance dopo il corso di formazione

Finanziato dalla Regione Abruzzo, riservato a giovani fino a 25 anni: troveranno lavoro da febbraio 2022

TERAMO – Oltre al problema della carenza di materie prime e dell’aumento dei prezzi l’edilizia sempre più spesso deve far fronte anche alla difficoltà di reperire personale. Aspetti che rallentano l’apertura dei cantieri. Una situazione in cui la formazione professionale assume un valore centrale, come dimostrano i risultati del corso per operatore edile rivolto ai giovani fino a 25 anni i cui partecipanti, da febbraio 2022, saranno assunti dalle imprese aderenti all’Ance.

Il corso, che vede la partecipazione di 13 ragazzi, è finanziato dalla Regione Abruzzo in collaborazione con Ance. Nel corso della prima annualità gli giovani studenti hanno svolto lezioni in aula, con l’avvio della seconda annualità saranno assunti con contratti di apprendistato
di due anni. Le assunzioni, nelle principali imprese edili aderenti all’Ance, consentiranno agli allievi di assolvere all’obbligo scolastico, conseguire la qualifica professionale e di inserirsi nel mercato del lavoro.

Al termine dei 24 mesi di apprendistato i ragazzi potranno vedersi rinnovare i contratti di apprendistato o essere assunti a tempo indeterminato. “È una grande occasione per tutto il territorio – commenta il presidente di Ance Teramo, Ezio Iervelli – perché coniuga il
bisogno di istruzione e formazione professionale dei ragazzi con la necessità di reperire personale qualificato delle imprese del settore che offre grandi opportunità e necessita di un graduale ricambio generazionale
“.

Leave a Comment