Il calendario della TeAm si fa in… sei e diventa internazionale

Lo scadenziario dei conferimenti è tradotto in più lingue. E’ il primo che celebra quota 70% di differenziata. Dove trovarlo



TERAMO – La Teramo Ambiente ha ‘rilasciato’ l’ultima versione del calendario della raccolta differenziata, valido per il 2022, che quest’anno ha impegnato più del solito l’azienda teramana dell’igiene urbana. Intanto perché è scritto in diverse lingue, per andare incontro all’utenza multietnica, ma soprattutto perchè sono diverse le zone e con diversa tipologia di servizio, al punto da rendeerne necessari in totale sei, tra utenze domestiche e quelle commerciali.

Si parte infatti dal calendario per le utenze domestiche del centro, quartieri e San Nicolò, quelle delle due zone di frazioni, A e B, oltre che per le utenze non domestiche: in totale sei calendari (che puoi scaricare a questo. indirizzo web: https://www.differenziatateramo.it/index.php?id=64), che sono stati pensati, come ha detto l’assessore all’ambiente Martina Maranella, per andare incontro ai cittadini con cadenze molto serrate rispetto alle pulizie nel centro cittadino che sono partite dal 1° dicembre”.

Ed è sulla foto del passaggio di mano del mastello tra il cittadino e l’operatore TeAm (con lo scatto di Gianluca Pisciaroli che ha anche realizzato l’immagine del dipendente TeAm sullo sfondo del teatro romano, con il contributo di Matteo Quintiliani), con gli slogan ‘TeAm per il mondo’ e ‘TeAm per la città’ (su ideazione dell’ufficio comunicazione diretto da Rita Di Ferdinando) , l’amministrazione comunale vuole rilanciare il rapporto tra l’azienda dei servizi di igiene urbana e la città, all’indomani del passaggio a società in house. Come ha sottolineato il presidente della Teramo Ambiente, Sergio Saccomandi, che ha ricordato come proprio l’impegno dei teramani ha permesso di raggiungere il 70% della raccolta differenziata (con punte dell’84% dove ci sono le ecoisole) e che ha invitato anche i pochi che ancora non la fanno o la fanno male, a recuperare impegno e raggiungere la virtuosità nel differenziare.

I calendari, presentati questa mattina presso la Casetta della TeAm al mercatino natalizio di Teramo ambiente (che rimarrà aperto fino al 9 gennaio), possono essere ritirati qui e come di consueto presso l’Info Point di piazza Garibaldi 55.

Guarda l’intervista all’assessore Martina Maranella e al presidente TeAm, Sergio Saccomandi, andato in onda al Tg di R115

One Thought to “Il calendario della TeAm si fa in… sei e diventa internazionale”

  1. Amen

    Bastava una legenda iniziale, con la traduzione in varie lingue in corrispondenza dei colori che indicano il tipo di conferimento. Poi agnuno si arrangiava da solo.

Leave a Comment