Cigno spicca il volo dalla Villa e scompare: lo cercano assessore, vigile ecologico, volontari e… un drone

Uno dei tre esemplari maschi questa mattina è volato via, attraversando in cielo la Zippilli e sparendo verso la zona del lungofiume

TERAMO – Almeno una decina di volontari, e tra di loro anche l’assessore al verde pubblico Valdo Di Bonaventura e il vigile ecologico Vincenzo Calvarese, cercano uno dei tre esemplari maschi di cigno ospitati alla Villa Comunale che questa mattina ha… spiccato il volo, facendo perdere le sue tracce dopo aver sorvolato la scuola media Zippilli.

Il grosso bipede è stato notato da alcuni testimoni avvicinarsi alla zona di confine con la scuola media (è abituato spesso ad uscire dal laghetto o dalla zona circostante) e poi alzarsi in volo. La direzione presa e il fatto che possa mettersi in cerca di zone dove ci sia un corso d’acqua, hanno fatto ipotizzare che il cigno possa aver raggiunto l’area del parco fluviale del Vezzola ed è qui che si sono subito concentrate le ricerche dei volontari, tra i quali ci sono quelli della TAI (Tutela animali invisibili) di Teramo, della presidente Brenda Marsili, che ogni giorno si incaricano di rifocillare gli animali del parco verde cittadino.

La ricerca purtroppo non ha dato esito e dopo alcune ore è stato fatto alzare in quota anche un drone con cui facilitare la visuale dall’alto, sperando che il cigno (dei sei totali presenti alla Villa, perché ci sono anche tre esemplari femmina) non si sia allontanato tanto e che sia irrintracciabile. I volontari, anche sui social, hanno lanciato un appello a chiunque possa averlo visto o intravisto, di fornire informazioni utili alla ricerca.

2 Thoughts to “Cigno spicca il volo dalla Villa e scompare: lo cercano assessore, vigile ecologico, volontari e… un drone”

  1. Amen

    “Sperando che non si sia allontanato tanto e che sia irrìntracciabile”…

  2. Amen

    Ma poi un povero cigno non può andare dove gli pare? Era prigioniero? Risparmiate le energie per cose urgenti. Il cigno è andato via sua sponte…

Leave a Comment