Dedo salirà sulla prima auto da rally abruzzese con tecnologia teramana

Il pilota-costruttore locale lancia il progetto 208 N5 a cui partecipano anche Steelte, International Pur Components e Oslv

TERAMO – Il pilota teramano di rally, Alfredo Dedo De Dominicis, prosegue nell’attività anche di costruttore attraverso la sua Dedo Engineering. Stavolta ha elaborato il progetto dell’autovettura della nuova categoria da competizione, la N5: un mezzo assemblato con telaio e meccanica comune su scocche di diversi marchi automobilistici, in questo caso della nuova Peugeot 208, omologata grazie ad Aci Sport.

Si tratta del primo progetto di auto da rally abruzzese con altissima tecnologia teramana e questo è un aspetto di cui Dedo va particolarmente fiero. L’auto di serie è stata stravolta, non solo sul telaio ma anche meccanica ed estetica, con l’intervento della International Pur Components di Teramo, azienda leader in Europa nella fabbricazione di poliuretano e suoi derivati, già impegnata nella componentistica per marchi come Ferrari e Lamborghini. Essa ha allo studio nuove protezioni interne , con speciali materiali assorbenti in grado di aumentare la sicurezza dell’equipaggio. “Questo – dice Dedo – permetterà alle vetture N5 di avere standard di sicurezza molto superiori a quelli richiesti. Inoltre, sta sviluppando la carrozzeria esterna che darà la forma alla vettura. È una parte della costruzione molto complessa e importante“.

Un’altra azienda abruzzese coinvolta nel progetto è la Steelte (sempre di Teramo), specializzata in servizi ad altissima tecnologia per la progettazione, scansione e stampa in 3D. Tra l’altro uno dei titolari è Alberto Taraschi, nipote di Berardo, celebre pilota e costruttore. La Steelte, per il progetto 208 N5 ha lavorato sul collettore di scarico, partendo dal modello reale scansionato con grande cura e successivo reverse engineering.

Infine c’è la Oslv Italia di Roseto, altra perla della imprenditoria locale nel campo dell’automotive. Specializzata nella costruzione di motori elettrici e impianti tergicristalli, fornirà consulenza e prodotti di alta qualità per garantire la migliore pulizia del parabrezza nelle gravose condizioni delle gare automobilistiche su strade asfaltate, sterrate o innevate.

Sono particolarmente orgoglioso – dice Alfredo De Dominicis – di riuscire a coinvolgere nel progetto 208 N5 aziende della mia terra e della mia provincia in particolare, con tecnici e colleghi ingegneri di importanti imprese, apprezzate in tutta Europa. Questo mi dà lo slancio per partire anche con lo step successivo: dotare l’auto di un motore elettrico. È una sfida che vogliamo portare avanti nel segno della compatibilità ambientale e del rispetto del pianeta, facendola nascere da una regione come la nostra, che più di altre dovrebbe distinguersi per una connotazione green”.

Leave a Comment