VIDEO/ Pulizia in via Arno. L’assessore cerca 1.2 milioni per finire gli asfalti

Impresa al lavoro per tagliare i canneti, poi si passerà a via Flajani. Oltre alle frazioni Di Bonaventura vuol rifare i manti nelle vie cittadine ancora non raggiunte

TERAMO – Nel Teramano si registra una recrudescenza delle truffe, telefoniche e online, che svuotano i conti. L’Associazione consumatori Robin Hood mette in guardia gli utenti dal fornire i dati sensibili ad anonimi telefonisti che adesso utilizzano numeri telefonici che possono ulteriormente trarre in inganno: “Banche e Poste non usano il telefono o le mail – dice Pasquale Di Ferdinando -“.

Sono infatti più numerosi i tentativi da parte di hacker ma anche di telefonisti anonimi di contattare i cittadini, chiamando addirittura da numerazione telefoniche che ad una successiva verifica sembrano a tutti gli effetti provenire da banche o Poste o altri Enti. Il consiglio dell’Associazione consumatori è quello di non condividere con nessuno dati sensibili come le password o i numeri dei conti: non esiste più infatti la possibilità che per i rinnovi contrattuali, ad esempio, o per altre operazioni di rapporto, gli istituti credito o i gestori dei servizi facciano telefonate o inviino mail.

Guarda l’intervista al presidente dell’Associazione consumatori Robin Hood, Pasquale di Ferdinando, andata in onda al Tg di R115.

Leave a Comment