Ripescato in mare il cadavere di un anziano scomparso dalla mattina

Giulianova, la tragedia nei pressi del molo sud. Il 91enne potrebbe essere scivolato sugli scogli finendo in acqua. Non era rientrato a pranzo ed erano scattate le ricerche

GIULIANOVA – E’ stato ritrovato senza vita nei pressi dell’ultimo caliscendi dl molo sud del porto: Cesare Casaccia, pensionato 91enne, era scomparso da questa mattina, quando era uscito di casa come sempre per recarsi al bar Lazio, vicino alla sua abitazione di via Bompadre, al Paese.

Al bar c’è andato ma poi nessuno lo aveva più visto. Le ricerche sono scattate quando i parenti non lo hanno visto rientrare all’ora di pranzo, come era solito fare. I carabinieri e i volontari della Croce Rossa di Giulianova si sono messi alla sua ricerca, quando attorno alle 19:30 è arrivata la segnalazione da parte degli uomini della Guardia Costiera della presenza di un corpo senza vita che galleggiava all’altezza del molo sud. Lo stesso Casaccia, poco prima era stato ripreso dalle telecamere dello stesso molto mentre si aggirava attorno ai caliscendi.

Il corpo è affiorato da sotto agli scogli ed è stato recuperato dai vigili del fuoco e la salma composta sul molo: dopo il triste rituale del riconoscimento del corpo da parte dei famigliari, il corpo trasferito all’obitorio dell’ospedale Mazzini di Teramo. Tra le ipotesi sulla dinamica della morte c’è quella di una caduta accidentale dagli scogli: l’anziano potrebbe essere scivolato e poi sarebbe morto per assideramento o per aver battuto la testa cadendo.

Leave a Comment