Villa Mosca, auto incappa nei controlli della Polizia contro i furti: tre in fuga dopo una colluttazione

Prima serata movimentata tra via Flajani e via Himalaya: il conducente non si ferma all’alt degli agenti della Mobile. Bloccati, aggrediscono i poliziotti. Ricerche nella zona dell’ospedale Mazzini

TERAMO – Serata movimentata nel quartiere di Villa Mosca, da qualche tempo bersaglio scelto da anonimi ladri per compiere furti all’interno degli appartamenti. Per questo motivo le forze dell’ordine, in particolare gli uomini della squadra mobile della Polizia di Stato, hanno intensificato i controlli.

Nel tardo pomeriggio, attorno alle 18:30, in uno di questi controlli o appostamenti, è incappata una autovettura Fiat il cui conducente, alla richiesta degli agenti di fermarsi ha tentato di far perdere la tracce. Ne è nato un inseguimento che si è concluso all’incrocio tra via Flajani, via Villa Mosca e via Himalaya. Qui gli agenti hanno bloccato la macchina, in pieno traffico del sabato serale, per identificare chi era a bordo e soprattutto per quale motivo non si fossero fermati all’alt dei poliziotti.

Ma con i tre giovani occupanti è nata una colluttazione, nel corso della quale due agenti hanno riportato escoriazioni e che non ha evitato che i tre si dileguassero a piedi nella zona circostante. Nel momento in cui si è appresa la notizia gli agenti della squadra mobile, coadiuvati dai colleghi della Volante e da una pattuglia dei carabinieri, stavano setacciando la zona attorno, in particolare nell’area dell’ospedale Mazzini, per rintracciarli.

E’ probabile che l’auto su cui viaggiavano i tre sia rubata: è stata prelevata da un carrattrezzi e trasferita in questura per una ulteriore perquisizione, più approfondita. Non è escluso che vista l’impegno messo nell’evitare l’identificazione i tre possano essere implicati in qualcosa di illecito.

Leave a Comment