Il prezioso fondo Pettinaro-Ferrante donato alla Biblioteca Delfico

Ci sono tutti i libri raccolti e scritti nell’arco di una vita da Giovannino, insegnante e pedagogista, e Anna, coordinatrice dei nidi cittadini

TERAMO – Domani, a distanza di un lustro dalla scomparsa di Giovannino Pettinaro (venuto a mancare il 22 febbraio 2017), la Biblioteca Delfico assieme ai figli Mauro e Silvia, annuncia la donazione della biblioteca del prezioso fondo appartenuto alla famiglia.

Il materiale librario, raccolto nell’arco di tutta la vita, si è costituito intorno agli interessi professionali che hanno caratterizzato l’attività di Pettinaro e della moglie Anna Ferrante; in prevalenza quindi legato alle scienze pedagogiche e al settore educativo. Ma il fondo, di cui è in corso l’inventario, riflette anche i multiformi interessi dei due protagonisti della vita socio culturale della nostra Regione: arte, letteratura, sociologia, poesia, politica. 

Giovannino è stato insegnante, dirigente scolastico, pedagogista ma anche autore di libri poesie e di pedagogia, iscritto da sempre alla Cgil e uomo politico; ha svolto tra gli altri, il ruolo di Capogruppo al Consiglio Comunale di Teramo.

Anna Ferrante d’altro canto è stata a lungo la coordinatrice dei nidi del Comune di Teramo, fondatrice dell’asilo nido Pinocchio, che oggi porta il suo nome e dell’associazione Teramo Children, associazione molto nota in città per l’impegno profuso a favore della cultura dell’infanzia. Nel suo percorso di vita non ha mai abbandonato la sua grande passione come pittrice, esponendo anche in diverse mostre e portando gli “Atelier” all’interno dei nidi. E’ stata ambasciatrice del pensiero del grande pedagogista Loris Malaguzzi, motore dell’esperienza fondativa dei nidi di Reggio Emilia e della fondazione nata dalla sua attività, Reggio Children

Leave a Comment