Nell’ultima settimana +26% di contagi. Numeri in crescita a Teramo e L’Aquila

Tasso di positività al 14,9%. Riprendono a salire i ricoveri in area medica (+11), tornano a una settimana fa (20% occupazione dei posti letto)

TERAMO – Nell’ultima settimana, in Abruzzo, sono emersi 8.989 nuovi casi di Covid-19: la variazione, rispetto ai sette giorni precedenti, è del +26%. Si tratta del dato più alto da oltre due mesi, dopo settimane caratterizzate da una discesa costante e rapida. Aumenta anche l’incidenza settimanale dei contagi per centomila abitanti, che torna sopra quota 700 dopo 18 giorni e arriva a 702.

A livello territoriale, i numeri sono in crescita ovunque: in testa ci sono le province di Teramo e L’Aquila, dove l’incidenza è rispettivamente a 729 e a 721; seguono il Chietino, con 643, e il Pescarese, con 603. Dopo settimane in costante calo, negli ultimi 4 giorni hanno ripreso a salire anche i ricoveri, che tornano ai valori di sette giorni fa. Il tasso di occupazione dei posti letto è al 7% per le terapie intensive e al 20% per l’area non critica. In aumento, negli ultimi giorni, anche gli attualmente positivi al virus.

Oggi intanto il tasso di positività registrato è pari al 14,9% con 687 nuovi contagi, dei quali 636 identificati con test antigenico rapido (nel Teramano sono 148). Un solo deceduto, un 79enne della provincia di Chieti, e 740 guariti in più di ieri. Scende di 154 unità il numero degli attualmente positivi.

Salgono i ricoveri in area medica: sono 11 in più per un totale di 283 pazienti mentre resta invariato il numero di quelli che si trovano. in terapia intensiva (13).

Leave a Comment