VIDEO/ A Villa Mosca i residenti vogliono armarsi contro il terrore dei furti

Animata riunione ieri sera nel quartiere con gli amministratori, c’è chi ha subìto più colpi a distanza di pochi giorni. Il Comune promette più punti luce. Il Comitato vuole incontrare il questore

TERAMO – A Villa Mosca i residenti del quartiere a ridosso della zona tra via Coppa Zuccari e via Nicola da Guardiagrele chiederanno il porto d’armi. Certo è una provocazione, ma l’esagerazione indica il loro stato d’animo, l’esasperazione cui sono giunti dopo i ripetuti furti subìti nelle loro abitazioni. Assieme alla zona di Piano d’Accio-Nepezzano, questo quartiere è quello più bersagliato da audaci bande, che colpiscono senza ritegno, con grande professionalità, anche in pieno giorno e anche due o tre volte nella stessa abitazione a distanza di tempo.

Ieri sera si sono riuniti con l’assessore Valdo Di Bonaventura e Giovanni Cavallari per affrontare la questione, con Maria Rita Santone nella doppia veste di consigliera comunale residente-vittima di furti. Hanno chiesto a gran voce maggiore vigilanza, telecamere e illuminazione pubblica perchè alcune zone sono davvero al buio. “Non ce la facciamo più” è stato il grido di tutti. Il presidente del Comitato di quartiere, Demetrio Rasetti, ha annunciato l’intenzione di chiedere un incontro con il questore Lucio Pennella.

Guarda il servizio andato in onda al Tg di R115

Leave a Comment