Patrimoni artistici recuperati, Arquata conferisce la ‘Benemerenza civica’ al colonnello Grasso

Il sindaco Franchi oggi ha insignito il comandante del reparto operativo carabinieri di Teramo per quanto fatto dopo il sisma, con i suoi uomini del Nucleo Tutela Patrimonio Culturale di Ancona

ARQUATA – Il sindaco di Arquata del Tronto, Michele Franchi, ha conferito nel pomeriggio di oggi, la ‘Benemerenza civica’ al Tenente Colonello Carmelo Grasso, oggi comandante del Reparto Operativo provinciale del Comando dei carabinieri di Teramo, “per aver condotto un lavoro di encomiabile riconoscenza per la comunità di Arquata del Tronto, la quale potrà in futuro vedere ricondotte le sue ricchezze storico-artistiche recuperate dal Nucleo Tutela Patrimonio Culturale Carabinieri di Ancona’.

Al tenente colonnello Grasso vengono tributati ‘gratitudine e affetto’ per quanto svolto da comandante del Nucleo Tutela Patrimonio Culturale di Ancona, comando che ha svolto per 7 anni, in particolare in occasione del terremoto dell’Italia centrale, nel 2016-17, quando i carabinieri da lui diretti si sono prodigati nel salvataggio e recupero di importanti opere d’arte del patrimonio marchigiana e arquatano in particolare.

Tra gli esempi più importanti, ad Arquata si ricordano i recuperi (fatti in prima persona dal tenente colonnello) del crocifisso ligneo del XIII secolo posto nella chiesa della Santissima Annunziata ad Arquata, dell’altorilievo ‘Il leone’ nella chiesa di San Pietro e Paolo a Borgo, del drappo ottomano conquistato nella battaglia di Lepanto, recuperato nella pericolante chiesa di Sant’Agata a Spelonga, dell’estratto della Sacra Sindone conservato nella chiesa di San Francesco a Borgo.

All’epoca del passaggio di consegne tra Marche e Abruzzo, con la presa in carico del comando del Reparto teramano, il comune di Arquata già ebbe modo di lodare il prezioso impregno del colonnello Grasso, “il quale, sempre in prima fila insieme con i suoi carabinieri, ha riservato grande attenzione anche a opere cosiddette ‘minori’, ma assai significative per le piccole comunità che le custodiscono con la cura dovuta a simboli di devozione protagonisti delle loro più sentite tradizioni. “Il Comune di Arquata, con tutta la sua popolazione – scriveva il Comune guidato dal sindaco Franchi -, ricorderà per sempre il lavoro svolto dal Tenente Colonnello Grasso con i suoi uomini, e con orgoglio comunica che ha in animo di conferirgli un riconoscimento ufficiale, come testimonianza di gratitudine e di affetto“.

La proposta di conferire l’attestato di ‘Benemerenza civica’ è arrivata al Comune dal presidente dell’Associazione ‘Ricostruire Tufo’, che aveva già espresso profondo plauso per il rinvenimento della statua di gesso di San Rocco della chiesa della Santissima Maria Annunziata di Tufo.

Leave a Comment