Bim: D’Alonzo vara una giunta smart, bipartisan e di genere

Amministratori di Canzano, Montorio e Cortino (i primi due con altrettante donne) affiancheranno il neo presidente D’Alonzo

TERAMO – Il presidente del Bim, Giuseppe D’Alonzo, come annunciato nella conferenza stampa di lunedì, ha nominato i 3 componenti dell’esecutivo ‘smart’ del Consorzio, che si sono già riuniti questa mattina nella sede di viale Cavour per deliberare, in modo da restituire piena operatività all’Ente e dare così risposta alle numerose istanze pervenute in questi mesi dai Comuni e dalle associazioni del territorio.

Entrano come componenti del Consiglio Direttivo del Consorzio, che affiancherà il Presidente nella gestione e rispettando l’equilibrio di genere, la sindaca del Comune di Canzano, Maria Marsilii, la consigliera comunale di Montorio al Vomano, Mariella Calisti, e il consigliere comunale di Cortino, Salvatore Di Stefano.

Come avevo preannunciato – dichiara il presidente D’Alonzo – si apre una nuova fase, quella di un Bim realmente inclusivo e bipartisan, che rappresenterà le istanze di tutti i 26 Comuni consorziati, al di là delle appartenenze politiche, come è doveroso per un Ente di area vasta che identifica un’ampia porzione del territorio provinciale. Con il nuovo esecutivo, con equa rappresentanza di genere, siamo subito operativi e in grado di dare finalmente soddisfazione alle numerose esigenze del territorio dopo quasi cinque mesi di stallo, al di là degli adempimenti amministrativi di rito. Rilanceremo da subito l’attività del Consorzio anche in sede nazionale: domani e dopodomani sarò a Venezia all’Assemblea Federbim per parlare di futuro dei Consorzi Bim, di energia, sovracanoni idroelettrici e infrastrutture sociali per lo sviluppo locale”.

Leave a Comment