Amicacci, sfuma il sogno tricolore: la bella va a Cantù (66-67)

Un’altra partita testa a testa con la Briantea al Palacastrum: la vittoria sfuma all’ultimo tiro, con il ferro a negare lo scudetto

GIULIANOVA – Un finale thrilling regala il nono scudetto di basket in carrozzina a Briantea84 Cantù che batte per 67 a 66 in gara-3 i padroni di casa della Amicacci
Abruzzo di Giulianova: gli abruzzesi avevano cullato il sogno del tricolore – sarebbe stato il primo successo nel 40/o anno di attività – dopo aver vinto gara-1 in Lombardia 70-66; ieri invece in gara-2 hanno perso, sempre al Palacastrum di Giulianova, 47-55.

Oggi la Briantea84 è stata per lunghi tratti avanti con il punteggio, spesso anche a +11, ma nel terzo e quarto quarto le distanze tra le due formazioni si sono assottigliate, fino all’ultimo minuto con la gara in bilico e un solo punto di vantaggio per i lombardi, difeso con i denti fino alla sirena. Come accaduto anche in finale di Coppa Italia epilogo beffardo per la Amicacci Abruzzo sempre contro la Briantea84 Cantù, che sul parquet di Pescara aveva vinto lo scorso 30 aprile con il punteggio di 55-51 al termine di un match equilibrato

Per il teramano Simone De Maggi, sul campo ancora da avversario, autore di 16 punti, i complimenti per questo ennesimo successo, all’Amicacci l’onore delle armi e di una sconfitta a testa altissima.

Il tabellino:
Deco Metalferro Amicacci Abruzzo: Benvenuto 10, Beginskis 6, Marchionni 6, Minella 4, Cavagnini 12 (12reb), Berdun 24, Bundzins, Feltrin, Stupenengo 4, Ion, Fares, Castellani. All. Di Giusto
Briantea84: Sagar 13, Papi 10, Geninazzi, Santorelli 6, Saaid 2, Bassoli, Carossino 20, De Maggi 16, De Prisco, Carrigil, Buksa. All. Tomba.

Leave a Comment