Gaia sceglie il tempio dell’atletica per il suo best sui 1.500: prima europea al traguardo

Ad Eugene, negli Stati Uniti, corre di poco sotto ai 4 minuti ed è anche la migliore prestazione europea stagionale

TERAMO – Alla seconda uscita stagionale dopo Birmingham, Gaia Sabbatini sceglie gli Stati Uniti e precisamente la pista di Eugene, un tempio per l’atletica mondiale, per migliorare il suo primato personale sui 1.500 metri, con il tempo di 4:01.93, che risulta essere la migliore prestazione europea stagionale.

Gaia, trova nella Diamond League quegli stimoli che ne mostrano le potenzialità: è stata la prima europea a tagliare il traguardo in questo appuntamento, piazzandosi davanti all’argento olimpico Laura Muir, e segnando un tempo che non si registrava dal 1982: il record italiano della Dorio è sempre più vicino insomma.

L’atleta teramana si concentra dunque su questa distanza e fa le ‘prove’ su questa pista dove a luglio si correranno i Mondiali (dal 15 al 24 luglio). “E’ solo l’inizio”, come ha detto alla fine della corsa.

Leave a Comment