Montorio, tre progetti per cambiare volto. Bilancio: confermati i bonus

Approvati in consiglio comunale. C’è anche quello del nuovo parco da 9mila metri. Tari: diminuirà ancora, sconti per le attività artigiane

MONTORIO – Sono tre i progetti di riqualificazione urbana destinati a cambiare il volto di Montorio nei prossimi mesi. Sono quelli approvati da uno dei consigli comunali più importanti dell’anno, a partire dalla riqualificazione dell’ex scuola di Collevecchio, che diventerà un centro per ipovedenti e altre disabilità (integrato con nuovi fondi per l’insufficienza dei precedenti), quello del completamento del nuovo polo scolastico di via De Dominicis Bologna (con un nuovo parcheggio in via Leopardi), ma soprattutto quello del nuovo parco urbano di circa 9mila metri quadrati, con oratorio, vicino alla cesette dei terremotati, nella zona di via Ferrari.

Sarà il primo vero parco urbano di Montorio – ha commentato il sindaco Fabio Altitonante in consiglio comunale -. Oggi le famiglie montoriesi soffrono la carenza di spazi, soprattutto per i nostri ragazzi. Ci sarà anche un’area attrezzata per lo sport, con un campo da calcio”.

La seduta pomeridiana del Consiglio è stata però dedicata al bilancio, dal rendiconto, che ha fornito una fotografia dello stato attuale, al previsionale, dove si pongono le basi per i prossimi mesi. “È un bilancio in cui aumentano le spese per gli investimenti, grazie a finanziamenti che abbiamo chiesto e in gran parte già ottenuto – ha aggiunto il sindaco -. Rispetto allo scorso anno, grazie alla rinegoziazione del prestito obbligazionario, abbiamo liberato risorse comunali per manutenzioni, asfalti e servizi per i cittadini. Continua il nostro impegno per il sociale, per le famiglie e per i cittadini più fragili. Abbiamo confermato i bonus inseriti dalla nostra Amministrazione, come quello per i nuovi nati, per l’asilo nido gratis, per la mensa gratis e ne abbiamo previsti di nuovi. Dal 15 giugno partiranno anche i centri estivi per bambini e ragazzi dai 6 ai 14 anni, che andranno a integrare e migliorare le iniziative frammentate del passato, ad esempio con gite al mare e nella natura”.

Collegata al bilancio, è stata approvata anche la delibera che conferma l’esenzione dell’addizionale Irpef per i redditi inferiori ai 12.500 euro, introdotta per la prima volta a Montorio lo scorso anno. Sono state approvate infine le nuove tariffe Tari: “Dopo l’importante revisione dello scorso anno, che ha sostituito 7 anni di copia/incolla di delibere, siamo riusciti ad abbassare ancora il costo delle bollette per le utenze domestiche. Almeno il 92% delle utenze domestiche nel 2022 pagherà ancora meno. Rispetto al 2021, anche nel 2022 siamo riusciti a ridurre la tariffa per alcune attività.In particolare, avranno una riduzione le attività artigianali – come parrucchiere ed estetista – o di produzione di beni specifici, le attività di ortofrutta, pescherie, fiori e piante, pizza al taglio.Si ridurrà, inoltre, la Tari per le attività di tipo ospedaliero, dove ci sono grandi investimenti per potenziare il nostro Poliambulatorio”.

Il sindaco ha ricordato tuttavia che quest’anno non ci sono i ristori statali per le attività chiuse a causa delle normative anti Covid, circa 54.000 euro, che avevano consentito una riduzione tra il 10% e il 50% delle bollette non domestiche. Importante novità per la Tari è che per la prima volta i cittadini pagheranno con PagoPA, online (sul sito del Comune, dall’home banking, sui servizi di pagamento online) o sul territorio (in banca, in ufficio postale, presso gli esercenti convenzionati).Infine, il Consiglio Comunale ha approvato una delibera per avviare lo studio di una società in house del Comune di Montorio, che consentirà di dare servizi migliori allo stesso costo di oggi o addirittura minori, occupandosi di tutta la parte operativa, dalle manutenzioni, alla cura del verde, dalla biblioteca fino alla raccolta dei rifiuti.

Leave a Comment