Le strisce blu cambiano volto con 33 parcometri e nuove opzioni. Ecco le novità

Tariffe invariate, con il concetto di privilegiare la rotazione (scende il costo della seconda ora, aumenta quello della quarta). Pagamenti anche da remoto con due ‘app’. Ausiliari in campo per controlli e sanzioni

TERAMO – L’approccio, è stato detto nella presentazione, “è quello di un nuovo modo di vivere la sosta”. E non solo riferito all’avvento dei parcometri. Il nuovo gestore delle strisce blu a Teramo, è stato presentato questa mattina dal sindaco Gianguido D’Alberto e dall’assessore alla mobilità Maurizio Verna: la Easy Help sarà infatti coinvolta anche nella stesura del nuovo piano urbano del traffico, della sosta e della mobilità sostenibile.

Da come esposto, non ci saranno aumenti della tariffa, che resterà sostanzialmente le stesse, con una diminuzione di 30 centesimi (da 1,50 a 1,20) per la seconda ora e un aumento di 50 centesimi per la quarta (da 1,50 a 2). La tariffa della prima ora resta a 50 centesimi per la maggior parte delle piazze, a 80 per via Riccitelli, Tigli, largo Madonna delle Grazie e vie limitrofe (Beccaria e Madre Teresa di Calcutta). In queste aree il costo delle ore successive sarà di un euro (come attualmente). Alla stazione ferroviaria la prima mezzora è invece gratuita, un euro invece per le ore successive alla prima. In un’altra zona della stessa area la sosta sarà possibile al costo di due euro per l’intera giornata.

I rappresentanti della Easy Help hanno anche spiegato che sono previste convenzioni per i commercianti e che i residenti potranno fare richiesta per sostare nelle strisce blu dalle 18 alle 9 del mattino successivo, oltre alla possibilità di abbonamenti e convenzioni.

Come detto, in città compariranno i parcometri. Saranno 33, di nuova generazione, che accetteranno monete, bancomat e carta di credito, ma il pagamento sarà possibile anche attraverso due App, ‘MyCicero’ e ‘EasyPark’. Questo risulterà particolarmente comodo quando il tempo a disposizione per la sosta stesse scadendo e si fosse impegnati altrove: attraverso lo smartphone sarà possibile allungare il periodo di sosta. Invariate anche le tariffe per i nuovi stalli per la ricarica elettrica: 3 euro a ora.

Il nuovo gestore, dopo aver sottoscritto il contratto (ieri) con il nuovo personale (i 22 ex dipendenti della Tercoop), adesso li formerà con corsi specifici. Saranno suddivisi in due figure professionali, l’ausiliario del traffico, che sarà il controllore della regolarità della sosta, con potere sanzionatorio, e gli addetti alla sosta che accompagneranno il cittadino nell’utilizzo del parcometro e disponibile per qualsiasi informazione e spiegazione.

Il sindaco Gianguido D’Alberto ha sottolineato una giornata per molti versi storica per la città, che non aveva mai conosciuto questo metodo di gestione della sosta a pagamenti. Ha parlato degli obiettivi prefissati e raggiunti: “restituire stabilità alla gestione con l’innovazione e tutelare i livelli occupazionali e un patrimonio umano che ogni giorno ha lavorato per gestire la sosta“.

Abbiamo affrontato e risolto entrambe le situazioni – ha detto D’Alberto -. Ieri 22 dipendenti Tercoop hanno siglato il contratto con Easy Help e potranno rafforzare la propria formazione e la loro posizione contrattuale. Teramo si adegua e si riallinea con altre realtà dove questo sistema è avviato da tempo. Nella scelta di andare sul project noi abbiamo messo in campo la programmazione: il piano urbano del traffico, quello della sosta e della mobilità sostenibile. Attiveremo da subito una cabina di regia con rappresentanti dei commercianti e dei residenti, in una città che sarà profondamente diversa già da adesso con i cantieri aperti e il tema della sosta non potrà essere slegato da tutto questo“.

D’Alberto ha ringraziato la Easy Help per la “disponibilità a un project flessibile, per facilitare quelle azioni chieste da sempre dalla cittadinanza e mai applicate“.

Leave a Comment