Campli accoglie la DiMar e rilancia le agevolazioni tributarie per le imprese

Il sindaco accoglie il nuovo insediamento a Floriano e ricorda i tagli su Tari e Imu per chi investe e assume in zona

CAMPLI – E’ nato nella zona industriale di Floriano di Campli il secondo distretto di produzione, dopo quello di Valentano nel Viterbese, della DiMar Group, azienda specializzata nell’industrializzazione e produzione di articoli di pelletteria destinati ai principali brand del settore moda e lusso.

Siamo orgogliosi – ha detto il Sindaco di Campli, Federico Agostinelli – di avere nel nostro territorio un’azienda che rappresenta un’eccellenza del Made in Italy e che fa dell’innovazione e della sostenibilità le chiavi del suo percorso di crescita. DiMar Group – aggiunge – conferma così l’attenzione per il nostro territorio, dove ha deciso, come fatto anche da altre aziende, di continuare ad investire creando opportunità di lavoro e sviluppo. Voglio ringraziare il Presidente del CdA di DiMar Group Angelo Ciocco e il Vice Presidente e Amministratore Delegato Fabio Martinelli per l’attenzione dimostrata nei confronti del nostro territorio e per la collaborazione. La nostra amministrazione, nei limiti delle proprie competenze e delle disponibilità di bilancio, ha da sempre sostenuto le imprese che operano nel nostro territorio e quelle che vorranno investirci”.

A proposito di incentivazioni per gli insediamenti produttivi, nell’ultimo bilancio l’amministrazione comunale di Campli ha previsto l’azzeramento della Tari per il biennio 2022-2023 per le imprese di Campli che assumono a tempo indeterminato almeno 5 persone, la riduzione del 50% nei primi due anni per le nuove attività imprenditoriali che aprono nel comune, la riduzione del 50% per attività non attive stabilmente in stato di crisi e l’azzeramento dell’IMU, sempre per il biennio 2022-2023, per le imprese di Campli che assumono, a tempo indeterminato, almeno 5 persone.

Leave a Comment