Il recordman Normanno Di Gennaro tedoforo delle Alpiniadi aperte in Abruzzo

Con l’altro teramano Tonino Di Carlo (responsabile Sport dell’Ana), protagonista dell’evento assegnato quest’anno alla nostra regione: chiusura a Isola domenica 19 giugno

L’AQUILA – L’Associazione Nazionale Alpini (ANA) ha scelto quest’anno l’Abruzzo per la manifestazione nazionale delle Alpiniadi estive 2022, con gare che hanno preso il via ieri, 16 giugno sul Gran Sasso, per snodarsi poi sui monti del Sirente, nelle province di Teramo e L’Aquila e che vedono protagonisti anche due teramani: il fresco campione del mondo di duathlon sprint, Normanno Di Gennaro, alpino aggregato e tedoforo di eccezione che ha acceso il tripode delle Alpiniadi e Tonino Di Carlo, Responsabile della Commissione Sport dell’Ana e consigliere nazionale, impegnato nell’organizzazione di questo evento.

 Le Alpiniadi si congiungono quest’anno con la Staffetta Alpina per i 150 anni dalla fondazione del Corpo degli Alpini che sta transitando in questi giorni nella provincia dell’Aquila e in Abruzzo. “Una fiaccola e tanti giochi a sette anni dall’Adunata Nazionale degli Alpini dell’Aquila del 2015, gli Alpini, che intervennero numerosi nell’assistenza alle popolazioni colpite dal sisma 2009 e che tornano fra queste montagne per sostenere la ricostruzione dei luoghi e il cammino delle comunità locali – ha dichiarato il presidente della Sezione Abruzzi, Pietro D’Alfonso”.

Fino al 19 giugno le gare saranno articolate in diverse discipline estive cui parteciperanno atleti Alpini di tutta Italia, circa 800. Numerose le manifestazioni in programma durante i giorni di gara, oltre a eventi e manifestazioni che coinvolgeranno L’Aquila, Fossa, Rocca di Mezzo e Isola del Gran Sasso. Sarà presente il presidente nazionale dell’Associazione Nazionale Alpini Sebastiano Favero, oltre a una nutrita rappresentanza di Gruppi Alpini provenienti da tutta Italia.

Guarda il servizio sull’apertura delle Alpiniadi 2022

Leave a Comment