FOTO/ Ecco in città i primi parcometri per la sosta a pagamento

La novità da questa mattina in molte vie del centro. Si potrà pagare in moneta, bancomat o attraverso due app dedicate

TERAMO – Benvenuti al futuro, anche se questo ‘futuro’ per Teramo è un presente (e quasi già passato) per molti altri centro della provincia, da tempo: i primi parcometri stanno facendo la loro comparsa in città, frutto della nuova fase della gestione delle strisce blu, affidata con una gara alla Easy Help di Macerata.

Ne saranno montati 33 in totale in tutta la città, dove insistono stalli per la sosta a pagamento. accetteranno monete, bancomat e carta di credito, ma il pagamento sarà possibile anche attraverso due App, ‘MyCicero’ e ‘EasyPark’. Questo risulterà particolarmente comodo quando il tempo a disposizione per la sosta stesse scadendo e si fosse impegnati altrove: attraverso lo smartphone sarà possibile allungare il periodo di sosta.

Da come esposto, non ci saranno aumenti della tariffa, che resterà sostanzialmente la stessa, con una diminuzione di 30 centesimi (da 1,50 a 1,20) per la seconda ora e un aumento di 50 centesimi per la quarta (da 1,50 a 2). La tariffa della prima ora resta a 50 centesimi per la maggior parte delle piazze, a 80 per via Riccitelli, Tigli, largo Madonna delle Grazie e vie limitrofe (Beccaria e Madre Teresa di Calcutta). In queste aree il costo delle ore successive sarà di un euro (come attualmente). Alla stazione ferroviaria la prima mezzora è invece gratuita, un euro invece per le ore successive alla prima. In un’altra zona della stessa area la sosta sarà possibile al costo di due euro per l’intera giornata. Invariate anche le tariffe per i nuovi stalli per la ricarica elettrica: 3 euro a ora.

Leave a Comment