Da giovedì anche in Abruzzo temperature in picchiata

Secondo le previsioni l’anticiclone delle Azzorre porterebbe un crollo di 15 gradi con violenti temporali, bombe d’acqua e grandine

TERAMO – Secondo le previsioni elaborate dal meteorologo Lorenzo Tedici per ilMeteo.it, da giovedì l’anticiclone delle Azzorre dovrebbe faere irruzione in Italia attraverso la Porta della Bora, sulle Alpi Giulie, spezzando il predominio di Carone e sconquassando il clima prima del nord-est Italia e poi del Centro-Sud.

Proprio l’Abruzzo, assieme alle Marche e alla Puglia (quest’ultima, si dice, in particolare), sarà interessata da cali delle temperature dell’ordine di 15-20 gradi. L’avanzata dell’alta pressione delle Azzorre verso il Vecchio Continente favorirà la discesa di aria fresca dal Nord Europa che, in contrasto con il clima bollente di questi ultimi giorni, scatenerà un’autentica ondata di temporali e grandine. I temporali potranno risultare violenti generando in alcuni casi trombe marine e anche tornado sulla terraferma. La grandine potrà manifestarsi con chicchi di grosse dimensioni

Il tracollo termico in Abruzzo scenderà fino a 25-26°. Sul resto d’Italia i venti freschi più secchi faranno sì calare le temperature, ma solo di 3/6°C rendendo il caldo decisamente più sopportabile e di certo non afoso.ta e più fredda, in contrasto con il caldo torrido di questi giorni,

Leave a Comment