Muore a 39 anni, stroncato da un malore in casa

Davide De Luca era guida del Cerrano e ricercatore naturalista. Cordoglio unanime, sospeso per due giorni il Torneo Antirazzista a Teramo

ATRI – E’ lutto nel mondo ambientalista, e non solo, per la morte, a soli 39 anni, di Davide De Luca, ricercatore naturalista e guida del Cerrano. A causarne il decesso, un malore che lo ha colto nel sonno questa notte, nella sua abitazione di San Giacomo di Atri. La notizia ha suscitato grande commozione nel mondo del volontariato in particolare, dove Davide era attivissimo, sempre presente e molto conosciuto.

Particolare cordoglio è stato espresso dagli amici dei gruppi aderenti alla Casa del Popolo di Teramo, che in segno di lutto hanno sospeso le due giornate di oggi e di domani del torneo Antirazzista, in svolgimento a Teramo sul campetto dello Smeraldo in via Maestri del Lavoro: “Non abbiamo le parole giuste. Forse neanche esistono parole giuste – hanno scritto sui social gli amici di Casa del Popolo, A Pugno Chiuso, Polisportiva Gagarin Teramo, Collettivo Malelingue, Centro Politico Santacroce, Azione Antifascista Teramo -. Ci siamo visti ieri al torneo ed eri la solita, confortante, bella compagnia. Un compagno, un compagno generoso, piacevole e serio. Sempre presente a sostenere il Gagarin ovunque giocasse, sempre presente al Torneo e alle iniziative, contributore fisso della Spesa Solidale. Ci hai dato tanto senza mai chiedere niente, e non è retorica. Noi non ti dimenticheremo“.

I funerali si terranno domani, sabato 9 luglio, alle 16 a San Giacomo di Atri.

Leave a Comment