Consigliere comunale muore per la puntura di un calabrone

Bisenti: Domenico Degnitti aveva 62 anni. Punto nella campagna dell’agriturismo di famiglia, è morto in casa molto probabilmente per shock anafilattico. I funerali domani

BISENTI – Sarebbe riconducibile alla puntura di un calabrone, la morte del consigliere comunale Domenico Degnitti, 62enne di Bisenti. La tragedia si è consumata nell’abitazione in contrada Collemarmo del noto esponente politico, dove sarebbe rimasto vittima di uno shock anafilattico che ha reso inutile qualsiasi soccorso. A quanto sembra Degnitti aveva accusato la puntura dell’insetto mentre si trovava nella vicina campagna dell’agriturismo di famiglia.

Come si diceva a nulla sono valsi i tentativi dei famigliari di prestargli soccorso e l’arrivo del personale sanitario è stato vano, perchè il 62enne era già privo di vita.

La notizia della scomparsa di Degnitti ha seminato commozione dappertutto, soprattutto negli ambienti politici. Era una persona nota per la sua disponibilità e per il saper stare in compagnia, attivo e presente nel mondo politico del centrosinistra, grande amico di un altro grande esponente della sinistra teramana, quel Sandro Santacroce, consigliere comunale del Partito della Rifondazioe Comunista scomparso qualche anno fa.

Attoniti dalla notizia anche i colleghi della maggioranza guidata dal sindaco Renzo Saputelli. Degnitti lascia la moglie Rosa, i figli Antonella e Roberto. I funerali saranno celebrati domani mercoledì 13 luglio, alle 17, nella chiesa di Santa Maria degli Angeli a Bisenti.

Leave a Comment