I calendari di C posticipati al 5 agosto. Ripescaggi: prima la Fermana, poi la Torres (o nessuna)

Il Consiglio Federale ha ratificato oggi la decisione del Tar Lazio dopo i ricorsi di Teramo e Campobasso. La nuova presentazione al Coni in diretta Rai Sport

TERAMO – La decisione del Tar di accogliere l’istanza cautelare presentata dal Teramo e dal Campobasso, ha costretto la Lega Pro a posticipare il sorteggio dei calendari del Campionato di Serie C 2022/23: è stato infatti fissato venerdì 5 agosto alle ore 12. La presentazione dei nuovi calendari avverrà nel ‘Salone d’Onore’ del Coni in piazza Lauro De Bosis 15 a Roma. L’evento sarà trasmesso in diretta su RAI Sport.

Il posticipo della data è stato necessario proprio perché il TAR del Lazio ha fissato la relativa seduta a martedì 2 agosto. Di conseguenza, dovendo attendere fino alla sentenza del TAR del Lazio, il Consiglio Federale, nella seduta odierna, non ha potuto procedere con l’ufficializzazione dei ripescaggi. La composizione dei gironi, con i club partecipanti alla Lega Pro 2022/23, sarà quindi completata solo a far data dal 2 agosto.

Preso atto delle relazioni della Covisoc e della Commissione Criteri Infrastrutturali circa le domande dell’eventuale integrazione dell’organico per il prossimo
campionato di Serie C, il consiglio federale ha individuato la Fermana e la Torres (una retrocessa dalla C e una proveniente dalla D) come possibili ripescate, fermo restando l’esito dei ricorsi proposti da Campobasso e Teramo. “Abbiamo approvato la graduatoria – ha spiegato il presidente della Figc, Gravina – prima la Fermana, seconda la Torres. Ho la delega di integrare l’organico in base alla decisione del Tar: una, due o nessuna delle due“.

Leave a Comment