Approvato il progetto per collegare la zona industriale di San Nicolò alla Teramo-Mare

Con il finanziamento di circa un milione di euro ‘appeso’ dal 2014 in Regione, oltre alle recenti rotonde, sarà realizzata la nuova viabilità per decongestionare l’abitato della frazione. Oggi è arrivato l’ok del consiglio comunale

TERAMO – La cronaca parla di un ennesimo finanziamento ‘appeso’ dal 2014, di circa un milione di euro, concesso dall’allora giunta regionale D’Alfonso, che l’amministrazione comunale ha recuperato riuscendo alla fine a realizzarci le due rotonde di ponte San Gabriele e di via Fonte Regina/via Po. Adesso con i circa 700mila euro rimasti, tra finanziamento ed economie, si riuscirà a intervenire a San Nicolò per rendere autonomo l’ingresso alla zona industriale, provenendo da Teramo, senza più ingolfare il centro abitato della frazione.

Il consiglio comunale, nella riunione di oggi, ha approvato, su impulso dell’assessore ai Lavori pubblici Giovanni Cavallari, il progetto definitivo della nuova viabilità locale tra San Nicolò e la zona industriale, sul versante del collegamento con il capoluogo. Finora soltanto chi proviene da Giulianova ha un accesso diretto alla zona industriale, mentre chi proviene dalla direzione opposta, è costretto ad attraversare il centro abitato se non allungando fino allo svincolo di Sant’Atto della Teramo-Mare. La finalità di questo progetto, individuato nell’ambito di quello più ampio del finanziamento regionale per l’abbattimento degli agenti inquinanti, è di creare un accesso diretto alla zona industriale con una nuova viabilità nei pressi del campo sportivo comunale di San Nicolò, con il prolungamento di via Dante Alighieri alle spalle dell’impianto sportivo e parallelamente alla ferrovia..

Le procedure sono state tutte completate, comprese quelle di esproprio dei terreni, senza necessità di contenziosi e con un solo intervento di ‘traslazione’ di una proprietà edificabile, he ha reso necessaria una piccola variante al Prg. La realizzazione dell’opera (come illustrato nella fotografia), dovrebbe seguire nei prossimi mesi.

Leave a Comment