L’ex presidente Iachini aggredito da alcuni tifosi a Ioanella

Nei confronti dell’imprenditore una specie di azione punitiva mentre si trovava con amici alla sagra. Il gruppo è comparso dal buio tra la folla e ha mirato direttamente a lui: è stato colpito con calci e schiaffi e invitato ad andare via da Teramo. Un’azione veloce e violenta, seguita da un fuggi fuggi generale tra la folla. La notizia fa il giro dei social e delle chat della tifoseria

TERAMO – L’ex presidente della Teramo calcio, Franco Iachini, è stato aggredito nel corso della serata mentre si trovava con altri amici alla sagra del formaggio fritto in corso di svolgimento a Ioanella. Secondo una prima ricostruzione – sull’episodio indagano i carabinieri -, Iachini sarebbe stato affrontato all’improvviso da alcuni giovani tifosi mentre era seduto al tavolo con almeno altri tre amici e un bambino.

Per tutti i presenti, è stato difficile intuir cosa stesse accadendo, perché l’azione del gruppo sarebbe stata fulminea. Sono comparsi all’improvviso e diretti verso il tavolo dove sedeva l’ex presidente, che hanno letteralmente ribaltato, creando scompiglio e confusione tra la folla: in quel momento alla sagra, nella zona davanti al palco per il concerto, c’erano alcune centinaia di persone. Nonostante il tentativo di scudo di alcuni addetti alla sicurezza della sagra, qualcuno del gruppo è riuscito ad arrivare fino a Iachini che nel marasma sarebbe stato raggiunto da calci e schiaffi, accompagnati da invettive e dall’invito, più volte ripetuto, ad andare via da Teramo.

questo fa pensare ad un’azione organizzata, scattata però su segnalazione di alcuni presenti alla sagra che, una volta riconosciuto l’ex presidente, attraverso il passa parola e i cellulari hanno richiamato l’arrivo di altri tifosi. L’aggressione è durata pochi minuti: all’arrivo dei carabinieri, e tra il disorientamento della folla che ha pensato a una rissa, il gruppetto è riuscito ad allontanarsi di corsa nel buio, dietro al palco, dalla stessa strada dalla quale era sbucato.

Iachini non ha riportato conseguenze dall’aggressione: una volta rientrato a Teramo, accompagnato dai carabinieri, e aver sporto denuncia presso il comando provinciale nella caserma di piazza del Carmine, è passato per il pronto soccorso per farsi controllare alcune contusioni. La notizia dell’aggressione si è sparsa in città, anche se sulle prime non c’erano conferme sull’accaduto. Con il trascorrere delle ore qualcosa di più si è appurato e la notizia ha riempito con un fitto scambio di post, soprattutto le chat e i social frequentati dalla tifoseria teramana, in queste ore in fibrillazione per l’esclusione del Teramo dal calcio di Serie C e in attesa di sviluppi sul fronte della possibile partecipazione al Campionato Dilettanti.

IN AGGIORNAMENTO

Leave a Comment