VIDEO/ Carta e cartone, nell’Abruzzo virtuoso ‘tira’ la raccolta dei teramani

In provincia differenziate quasi 17.000 tonnellate, ovvero 56,2 chili per abitante. Comieco, che ha distribuito 5,5 milioni ai Comuni della regione, sigla la convenzione con il Mo.Te.

TERAMO – Come in occasione della scelta per di designarla sede della ‘Carta al tesoro’, grazie alle ottime performance nella differenziata di carta e cartone, anche nel caso della presentazione del rapporto annuale, Comieco ha scelto Teramo quale sede, con la partecipazione del direttore generale Carlo Montalbetti. L’occasione è stata fornita dalla firma con l’amministratore unico Ermanno Ruscitti, della convenzione tra il Consorzio nazionale recupero e riciclo imballaggi a base cellulosica e il Mo.Te.

Nel rapporto numero 27 di Comieco, nel 2021 l’Abruzzo conferma gli ottimi risultati del 2020, nonostante l’affondo della pandemia da Covid 19, con la raccolta complessiva che arriva a sfiorare le 73.000 tonnellate e segnalando la provincia di Chieti come la più virtuosa per quantitativi raccolti e una media pro-capite di oltre 61 chili per abitante, maggiore della media nazionale. Il Consorzio nazionale ha gestito direttamente 67.119 tonnellate pari al 92,3% della raccolta, ‘riversando’ nelle casse dei 279 comuni abruzzesi ben 5,5 milioni di euro di corrispettivi economici.

Nella provincia di Teramo, in particolare, sono state raccolta quasi 17.000 tonnellate, con una media pro-capite di 56,2 chili per abitante. Pescara, con poco più di 17.000 tonnellate, ne raccoglie 54,6 chili, mentre L’Aquila, con oltre 15.000 tonnellate, raggiunge i 53,3 chili a testa. ‘L’Abruzzo ha dato prova di un’ottima resilienza di fronte alle difficoltà che si sono presentate in un anno imprevedibile come il 2021– ha affermato il Direttore Generale Montalbetti -. Ogni cittadino ha raccolto 56,6 chili di carta e cartone, dato molto vicino alla media nazionale. In più il livello di intercettazione della frazione cellulosica sul totale dei rifiuti prodotti si attesta al 12.3%. a conferma del grande e costante impegno dei cittadini abruzzesi”.

Sulla scia degli ottimi risultati registrati nel Rapporto Annuale e nell’ottica di un miglioramento costante nella raccolta differenziata della regione, la società Montagne Teramane e Ambiente SpA, che garantisce i servizi pubblici locali di igiene urbana delle comunità montane del Teramano, punta a perfezionare le performance di raccolta differenziata di carta e cartone avvalendosi della garanzia di riciclo offerta da Comieco. La convenzione di MoTe riguarderà la raccolta e l’avvio al riciclo delle frazioni cellulosiche in 11 comuni dell’entroterra: “La nostra società e da sempre in prima linea quando si tratta di mettere in campo le migliori politiche peri incentivare la raccolta differenziata in ogni suo ambito, come dimostrato anche con la recente campagna di sensibilizzazione che ha preso il via in tutti i comuni nei quali viene svolto il servizio proprio in questi giorni – sottolinea l’Amministratore Unico, Ermanno Ruscitti -. La firma della convenzione con il Comieco è un’ennesimo step in questo nostro percorso virtuoso e di crescita con il quale puntiamo ad accrescere le già positive percentuali che registriamo nella raccolta di carta e cartone. In tale ottica coinvolgeremo comuni e cittadinanza in questo progetto, con l’obiettivo di accrescere le già lusinghiere percentuali che si registrano nella nostra provincia e In Abruzzo“.

I dati presentati da Comieco fotografano un risultato importante, raggiunto grazie al lavoro dei sindaci e amministrazioni comunali, che attraverso tutta una sere di iniziative hanno stimolato il territono a una corretta raccolta differenziata – ha commenta ll sindaco di Teramo, In veste di Presidente And Abruzzo, Glanguldo D’Alberto – e alla sensibilità e all’impegno dei cittadini che con i loro comportamenti virtuosi hanno contribuito a raggiungere percentuali rilevante, in questo caso per quello che concerne la raccolta di carta e cartone. Ovviamente questi risultati non potranno che migliorare. anche a fronte dell’entrata In funzione doli’AgIr e di una gestione del sistema dei rifiuti prevalentemente pubblica. Purtroppo scontiamo ancora, In Regione, una carenza Impiantistica che oggettivamente rappresenta un limite ma anche alla luce della nascita dell’Agir credo che questo sarà uno dei primi terni che affronteremo nei prossimi mesi“.

La conferenza stampa ha coinciso con la prima uscita pubblica del nuovo Direttore Generale dell’Agis Abruzzo, l’ingegnere Luca Zaccagnini, presentato nel suo nuovo ruolo dal presidente del Cda della Teramo ambiente, Sergio Saccomandi. All’incontro, oltre al consulente ambientale TeAm, Franco Gerardini, c’era anche l’assessore comunale all’Ambiente, Martina Maranella.



Leave a Comment