Un altro passaggio pedonale rialzato ai Tigli e dissuasori di velocità in via Tripoti e a Villa Mosca

Da questa mattina via ai lavori nella zona dei Cappuccini: traffico proveniente da viale Mazzini deviato su via Diaz. Il Comune punta alla sicurezza dei pedoni alla Gammarana (davanti al Camposcuola e oltre) e tra via Coppa Zuccari e Nicola da Guardiagrele. Un altro ‘rallentatore’ anche Frondarola

TERAMO – In città arrivano nuovi attraversamenti pedonali rialzati e anche dissuasori di velocità. Il Comune accelera con decisione sulla sicurezza dei pedoni e sull’esempio di quello posizionati a Porta Reale, da oggi ha avviato i lavori per ‘disegnarne’ uno uguale all’incrocio tra viale Mazzini, via Tom Di Paolantonio e piazza Dante, in prossimità di un attraversamento pedonale molto pericoloso, visto l’intenso flusso di macchine.

Per permettere alla ditta di realizzare il nuovo passaggio pedonale protetto, da questa mattina e fino alla fine dei lavori il traffico proveniente dai Tigli (dal monumento ai Caduti per intenderci), e diretto verso via Luigi Tom di Paolantonio, viene deviato su via Armando Diaz, transitando davanti all’asilo Lettieri e poi alla caserma dei vigili del fuoco. Resta regolare invece il transito nella direzione opposta, sulla corsia di via Di Paolantonio per chi proviene da largo Antonio Tancredi e prosegue verso i Tigli o svolta in piazza Dante.

Saranno invece sistemati i dissuasori di velocità in alcuni punti pericolosi della città. Il Comune accoglie le segnalazioni e le richieste di diversi cittadini o Comitati per far sì che alcune vie dei quartieri non vengano scambiate per piste automobilistiche con gravi rischi non soltanto per chi si affaccia semplicemente fuori della proprie abitazioni. Questo accadrà allora alla Gammarana, in particolare in via Luigi Tripoti: tre sono i dissuasori di uno spessore massimo di 5 centimetri, in gomma e approvati dal ministero dei Lavori Pubblici, previsti sulla lunghezza della via. Il primo sarà posizionato davanti al Camposcuola di atletica leggera e gli altri due sul prosieguo del tracciato, subito dopo l’incrocio con via De Iacobis e il bar Clarizia e poco prima dell’incrocio con via Castagna e il passaggio a livello.

Un altro quartiere interessato dal posizionamento dei dissuasori sarà quello di Villa Mosca Bassa. Ne arriveranno quattro, uno in via Villa Mosca, la strada in forte pendenza che spinge a correre con le auto, subito dopo l’incrocio con via Teramo Zoom, un altro su via Coppa Zuccari e altri due sulla più lunga via Nicola da Guardiagrele. infine, un dissuasore di velocità sarà posizionato nella strada tangente al centro abitato di Frondarola, diventata un’arteria trafficatissima e per la sua conformazione percorsa ad alta velocità, scelta a discapito di quella consigliata da Anas, da quando è stata chiusa per lavori la galleria di Frondarola sulla statale 80.

Leave a Comment