FOTO/ Atri brucia, evacuate molte famiglie: una notte di fuoco, si attende l’arrivo dei mezzi aerei

Dalle 2 il forte vento ha alimentato un vasto fronte di fuoco. Pompieri in forze ma servono rinforzi al cielo. A rischio anche la zona dell’ospedale. Il sindaco: “Restate dentro casa con finestre e condizionatori chiusi”

ATRI – E’ emergenza fuoco da questa notte ad Atri. Grossi incendi, sembra diversi focolai, hanno aggredito la zona attorno all’abitato colpendo soprattutto Porta Macelli e poi estendendosi pericolosamente a ridosso del centro abitato.

Le fiamme ardono dalle 2 di questa notte, alimentate dal forte vento, e si sono impadronite di porzioni sempre più vaste, minacciando case e perfino la zona dell’ospedale. Sul posto ci sono diverse squadre di vigili del fuoco provenienti da più parti della provincia e dalla vicina Pescara, ma alcune zone impervie non sono raggiungibili se non con i mezzi aerei, il cui arrivo è previsto appena le condizioni meteo lo consentiranno.

In molte aree del centro abitato i vigili del fuoco hanno organizzato le evacuazioni delle abitazioni. Il sindaco Piergiorgio Ferretti che segue da vicino l’evolversi di questa drammatica situazione, mai vissuta prima dalla comunità atriana sta aggiornando la situazione attraverso i social. Attorno alle 7 ha tranquillizzato la cittadinanza riferendo che “i vigili del fuoco ritengono l’incendio circoscritto e sotto controllo” dopo ore di fuoco

Ha confermato che “si attende, non appena le condizioni metereologiche lo consentano, l’arrivo di mezzi aerei Canadair per raggiungere le zone interessate dall’incendio più impervie e non raggiungibili dai mezzi di terra dei Vigili del Fuoco. Si raccomanda alla cittadinanza di restare in casa con le finestre chiuse e condizionatori spenti in quanto la zona di Atri sarà interessata dalle emissioni di fumo ancora per molte ore.Si comunica inoltre che è stata ripristinata la viabilità in Viale Gran Sasso“.



Leave a Comment