Gira sul lungomare con Postepay e iPhone rubati sotto l’ombrellone

Controlli alla movida tra Martinsicuro e Tortoreto: aveva materiale rubato a turisti. Ritirate tre patenti di guida e bloccata la vendita di dosi di eroina

ALBA ADRIATICA – Girava sul lungomare con in tasca una Postepay e un iPhone 13 rubati durante qualche scorribanda al mare, in questa estate dove non soltanto molti turisti ma anche bagnanti locali hanno denunciato o segnalato furti sotto l’ombrellone o smarrimenti che poi si sono rivelati furti.

Il protagonista incappato nei controlli dei Carabinieri della Compagnia di Alba Adriatica denominati ‘Estate sicura’, è un 36enne di nazionalità marocchina: la scorsa notte è stato fermato per un controllo dai militari che hanno rinvenuto un portafoglio con una Postepay trafugata a un giovane di Martinsicuro e il costoso telefono, il cui furto era stato denunciato nei giorni scorsi da un turista di Rieti. Per il marocchino è scattata la denuncia a piede libero per ricettazione.

Nella rete dei carabinieri sono finiti anche un 20enne di Alba, già noto alle cronache, sorpreso a vendere a 25 euro una dose di circa 2,5 grammi di eroina a un coetaneo della provincia di Ascoli Piceno, quest’ultimo segnalato alla prefettura.

Sul fronte dei controlli alla circolazione stradale con l’utilizzo dell’etilometro sono state denunciate 3 persone. Due di loro per guida in stato di ebbrezza, poichè guidavano con un tasso alcolemico rispettivamente di quasi 6 e 2 volte in più del consentito: ad entrambi sono stati sequestrati il veicolo e ritirate le patenti di guida. Il terzo è stato invece fermato a bordo di un ciclomotore senza avere la patente, revocata dalla Prefettura di Teramo. I carabinieri hanno elevato contravvenzione al codice della strada per un totale di 2.400 euro, ritirando 3 patenti e 2 carte di circolazione, decurtando una dozzina di punti dalle patenti.

Leave a Comment