“Noi Moderati, grande opportunità per l’Abruzzo”. Chi sono i candidati

Presentate a Pescara le liste dei centristi nel centrodestra, che avvia l’unione di Noi con l’Italia, Udc, Italia al Centro e Coraggio Italia. Paolo Tancredi: “Lontani dalla deriva populista ma con un ruolo di equilibrio”

PESCARA – “Una proposta politica dalle grandi opportunità, che aggrega i movimenti moderati del centrodestra con l’obiettivo di lasciare il segno il 25 settembre e sancire l’inizio di una nuova storia”. È il messaggio lanciato oggi a Pescara alla conferenza stampa di presentazione delle liste per i collegi plurinominali abruzzesi di Camera e Senato di ‘Noi Moderati’, il simbolo unitario dei centristi del centrodestra che aggrega ‘Noi con l’Italia’ di Maurizio Lupi, ‘Italia al Centro’ di Giovanni Toti e Gaetano Quagliariello, l’Udc di Lorenzo Cesa e Antonio De Poli e ‘Coraggio Italia’ di Luigi Brugnaro.

Oggi più che mai – ha affermato Enrico Di Giuseppantonio, coordinatore regionale dell’Udc abruzzese – senza moderati non può esserci un centrodestra, e questo è un progetto politico che parte con le elezioni del 25 settembre ma guarda oltre. Le nostre sono liste di abruzzesi che si sono messi in gioco con impegno e con coraggio, e ora si tratta di immaginare un percorso che dia voce e futuro a una tradizione, soprattutto in una regione come la nostra che ha bisogno di sviluppo a tutto tondo. Nel Paese e in Abruzzo gettiamo le fondamenta per ricostruire la casa dei moderati e per far tornare la fiducia dei cittadini nei confronti della politica”.

Che la lista ‘Noi Moderati’ e l’offerta politica che la caratterizza abbia “se ben comunicata una grande opportunità, in particolare in Abruzzo”, è la convinzione di Paolo Tancredi, coordinatore regionale di ‘Noi con l’Italia’. “I nostri temi – ha osservato Tancredi – vanno dalla famiglia alle infrastrutture, fino al grande problema dell’infrastrutturazione energetica sulla quale stiamo scontando gli errori e i ‘no’ del passato. Noi abbiamo una connotazione ben definita, non abbiamo approcciato la deriva populista e riteniamo che la nostra presenza sia fondamentale. Da oggi e dopo il 25 settembre avremo il dovere di coltivare a partire da questa comunità un’offerta politica nuova”.

Alla conferenza stampa hanno partecipato tutti i candidati delle liste di ‘Noi Moderati’ per la Camera e per il Senato: donne e uomini chiamati a dare volto, insieme ai tanti dirigenti e militanti dei quattro movimenti coinvolti, a quella forza che il capolista alla Camera, Daniele D’Angelo, ha definito “silenziosa, poco folkloristica, che non racconta cose irrealizzabili e vuole riportare il lavoro al centro della politica e del progetto di una formazione moderata, liberale, europea e atlantica. E che sul territorio vuole unire nel perseguimento di un interesse comune le province dell’Abruzzo troppo a lungo divise dai campanilismi. I sondaggi ci danno ragione – ha affermato D’Angelo -, cresciamo ogni giorno e sono certo che eleggeremo più di qualche parlamentare”. Il capolista al Senato Andrea Colalongo ha aggiunto: “In un panorama politico alimentato da personalismi e divisioni, noi moderati del centrodestra abbiamo scelto di aggregarci, abbinando alla tradizione liberale e riformista quella popolare ispirata alla dottrina sociale cattolica. Con l’obiettivo di porre la famiglia, la formazione delle giovani generazioni e la dignità del lavoro al centro del dibattito politico“.

Nel corso della conferenza stampa sono stati presentati i sette candidati.
Per la Camera:
– Daniele D’Angelo, 40 anni, consigliere comunale dell’Aquila e segretario provinciale di ‘Italia al Centro’, imprenditore nel settore turismo e ricettività, impegnato nell’associazionismo montano;
– Manuela Fini, 44 anni, funzionario dell’Agenzia sanitaria regionale, già assessore comunale a Civitella del Tronto e presidente della Comunità montana della Laga;
– Antonello Antonelli, 47 anni, insegnante e giornalista professionista, vicepresidente delle Acli di Chieti e Miglianico;
– Mariastella D’Orazio, 26 anni, studentessa di ingegneria civile ed europrogettista, coordinatore dei giovani dell’Udc Abruzzo, impegnata nel sociale.

Per il Senato:
– Andrea Maria Colalongo, 50 anni, avvocato esperto in famiglia e minori, segretario provinciale dell’Udc di Pescara, formato nell’associazionismo cattolico;
– Chiara Mancinelli, 41 anni, responsabile di un importante ufficio aziendale, già consigliere comunale all’Aquila e presidente della Commissione sanità scuola e sociale, fra gli amministratori più attivi nel coordinamento per l’emergenza Covid e referente dell’osservatorio nazionale per il sostegno alle vittime;
– Francesco Saturni, 54 anni, imprenditore, assessore comunale di Scurcola Marsicana, impegnato nel sociale e nell’attività di sostenibilità e biodiversità, consigliere dell’Unione dei comuni della montagna marsicana.

Leave a Comment