Atleta teramano in arresto cardiaco alla gara di Nordic walking, salvato con il defibrillatore

Drammatico soccorso ieri a Fiastra, nel Maceratese: il 56enne di Campli partecipava alla sesta tappa del Campionato italiano quando ha accusato il malore. Adesso è ricoverato al Lancisi di Ancona

ANCONA – Sono stazionarie le condizioni dell’uomo di 56 anni di Campli, che ieri è stato vittima di un arresto cardiaco mentre partecipava a una gara di Nordic walking agonistico all’Abbadia di Fiastra, nel Maceratese, sesta tappa del Campionato italiano.

E’ ricoverato all’ospedale Lancisi di Ancona, dopo il provvidenziale soccorso ricevuto sul campo di gara grazie alla presenza di un anestesista rianimatore e di una ematologa, come riferisce il Resto del Carlino. La manifestazione era alle battute conclusive, attorno alle 17, quando è scattato l’allarme. Il concorrente teramano si è sentito male, si è accasciato sul prato dinanzi alla chiesa: lucido, voleva rialzarsi per continuare ma ha perso di nuovo i sensi. I soccorritori hanno immediatamente verificato che il suo cuore si era fermato: sono state subito avviate la manovre di rianimazione, con massaggio cardiaco, ventilazione e defibrillazione: il presidio salvavita sarebbe stato addirittura utilizzato 4 volte e per una ventina di minuti i due medici hanno insistito per rianimare il concorrente.

L’intervento degli operatori dell’elisoccorso (nella foto di Cronache Maceratesi) e la somministrazione anche di farmaci hanno poi permesso di stabilizzare il 56enne ed è stato possibile trasferirlo al reparto di cardiologia del Lancisi.

Leave a Comment