Truffano un’anziana facendole prelevare 2.700 euro, spacciandosi per dipendenti Inps

Pineto: la 81enne è stata ‘guidata’ allo sportello Bancoposta con la scusa di un arretrato da ricevere. I due sono stati identificati e denunciati per truffa

PINETO – Adesso hanno un volto e un nome i due truffatori che lo scorso mese di aprile hanno raggirato un’anziana di 81 anni di Pineto, ‘spillandole’ 2.700 euro, costringendola a versare la somma su una Poste Pay a loro riconducibile. Le indagini dei carabinieri della locale stazione, che si protraevano dal mese di aprile, hanno individuato gli autori, che sono stati denunciati alla Procura per truffa e sui quali si sta lavorando ancora per capire se hanno colpito anche in altre parti del Teramano.

Le indagini erano state avviate nell’aprile scorso, quando la 81enne si era presentata in caserma, a Pineto, per sporgere denuncia contro sedicenti dipendenti dell’Inps che al telefono le comunicavano il diritto a ricevere alcuni arretrati, ma che per sbloccare i pagamenti avrebbe dovuto recarsi ad uno sportello ‘Bancoposta’: erano stati gli stesi truffatori a guidarla, via telefono, nelle operazioni da eseguire allo sportello automatico: avevano così fatto in modo che l’anziana versasse la somma di 2.700 euro dal suo conto a una carta Poste pay, ovviamente riconducibile ai truffatori.

Soltanto dopo l’anziana, confrontandosi con alcuni parenti, aveva realizzato di essere stata vittima di una truffa.

Leave a Comment