Attanasi, leccese, è il nuovo vicario del questore

Il nuovo dirigente che affiancherà Pennella, 53 anni, ha una lunga esperienza nell’anti terrorismo: ha diretto la Digos di Crotone, Cagliari, Lecce e Bari. E’ in servizio a Teramo da ieri

TERAMO – E’ in servizio da ieri, alla questura di Teramo, il nuovo vicario del questore di Teramo. Si tratta di Raffaele Attanasi, 53 anni, di origini leccesi, sposato e padre di due figli. Per Attanasi, entrato nel 1989 in Polizia dove ha frequentato l’Istituto Superiore a Roma per poi essere assegnato al Commissariato di Crotone nel 1994, parla la sua lunga esperienza in materia di anti terrorismo e in ambiente sicurezza interna.

Già dai tempi di Crotone, nell’ambito dell’allora costituenda questura, ebbe a dirigere la locale Digos, oltre che l’Ufficio scorte e l’Upgsp. Trasferito a Lecce, dove svolgeva il ruolo di vice Capo di Gabinetto, fu chiamato anche qui a dirigere la Digos prima di diventare Primo Dirigente. Analogo compito ha rivestito successivamente alla Digos di Cagliari, dove ha diretto brillanti operazioni tra cui va ricordato l’arresto, per associazione terroristica internazionale, di un palestinese aderente a una cellula del Daesh, in un indagine della Digos di Cagliari e Nuoro, insieme alla Direzione centrale della Polizia di Prevenzione, coordinata dalla DDA di Cagliari: il progetto, la cui realizzazione fu impedita dall’arresto dei poliziotti, era l’inquinamento delle condotte idriche sarde con sostanze tossiche e venefiche.

Dal luglio 2020 è stato Dirigente della Digos di Bari, dove ha diretto altre importanti operazioni anti terrorismo, come il fermo di un algerino di 36 anni per il reato di partecipazione ad organizzazione terroristica, accertandone la diretta attività di supporto agli autori degli attentati terroristici del teatro Bataclan, Stade de France e degli attacchi armati concentrati nei quartieri di Parigi il 13 novembre 2015, a cui avrebbe garantito la disponibilità di documenti contraffatti.

Leave a Comment