Gaia trascina la staffetta dell’Italia all’oro degli Europei di cross

A Torino l’atleta teramana decisiva in quarta frazione per battere di un secondo la Spagna e per conquistare il titolo di campioni

TERAMO – C’è la firma di Gaia Sabbatini nel primo, storico, oro azzurro nella staffetta mista agli Europei di cross. Con quattro frazioni magiche, di fronte a tanto pubblico al Parco La Mandria di Venaria Reale, a Torino, l’atleta teramana delle Fiamme Azzurre (assieme a Pietro Arese, Federica Del Buono e Yassin Bouih) ha regalato all’Italia il titolo europeo nella 4×1,5 chilometri. Merito di quattro frazioni eccellenti e di un finale sensazionale proprio di Gaia, capace di superare in volata l’ultima frazionista spagnola e completare il capolavoro della Nazionale che per la prima volta è competitiva con il quartetto. Azzurri al traguardo in 17:23, battuta la Spagna di un secondo (17:24), bronzo alla Francia (17:31). Nelle precedenti quattro edizioni degli EuroCross in cui si era disputata la staffetta, il miglior piazzamento azzurro era stato il sesto posto di Samorin 2017.

Con l’Italia in ritardo dopo le prime due frazioni e il ritorno di Yassin Bouih (Fiamme Gialle) che ha ripreso la leadership della staffetta, il finale di Gaia Sabbatini è stato strepitoso. La Spagna passa, Gaia decide di riservare le proprie energie migliori per il rettilineo finale, in piano, dopo il discesone che dal Castello riporta verso il traguardo. È lì che l’impresa si compie: Sabbatini affianca Rosalia Tarraga e la infila a pochi passi dal traguardo. Quello che accade dopo, è soltanto festa: l’abbraccio, splendido, con Pietro, Federica e Yassin che la aspettavano facendo un tifo clamoroso.

Queste le parole di Gaia Sabbatini al traguardo: “Sì, la immaginavo proprio come è andata, volevo che fosse combattuta fino alla fine ed è stato così. C’erano tante urla del pubblico che non riuscivo a sentire nulla! Felice di aver vinto qui, in Italia, con tutto il tifo, e di aver condiviso l’oro con questa squadra”.

Leave a Comment