Scuola, parrocchie e comunità: l’abbraccio natalizio dei ragazzi dell’Istituto Hack

Fratellanza tra alunni di diversa origine geografica e famiglie ha caratterizzato l’iniziativa per le Festività dell’Istituto comprensivo di Castellalto-Cellino

CASTELLALTO – Un pubblico gremito e commosso ha accolto  il 29 e 30 dicembre le esibizioni di coro e orchestra dell’Istituto comprensivo ‘Margherita Hack’ di Castellalto-Cellino che, in occasione delle festività natalizie, hanno voluto dedicare alla variegata comunità del territorio un momento di raccoglimento e condivisione, stringendola in un grande abbraccio di fratellanza. 

Un evento frutto della collaborazione preziosa tra la  Scuola e la Comunità, anche religiosa: per  i due concerti, infatti, sono state aperte dai parroci le porte della Chiesa Santi Antonio e Vincenzo di Castelnuovo Vomano e del Santuario Madonna dell’Alno di Canzano, alla presenza del dirigente scolastico Simona Piantieri e dei sindaci di Castellalto  e  Canzano, Aniceto Rocci e Maria Marsilii, che hanno portato il loro saluto.

Diretti dai professori Concetta Rastelli e Nino Marinelli, Il coro e l’orchestra dell’I.C. M. Hack hanno eseguito brani strumentali e corali –  noti e meno noti – della tradizione natalizia italiana, anglosassone, argentina, austriaca ed hanno chiuso il concerto rendendo omaggio ai loro nuovi compagni di scuola ucraini.

Applausi fragorosi e pubblico in piedi per ‘Carol of the Bells’, conosciuto ai più come ‘Ukrainian Bell Carol’, a conclusione di due serate che hanno regalato emozioni raccogliendo lingue, religioni e culture diverse in un’unica e grande famiglia, ribadendo ancora una volta il senso e il valore della comunità.

Leave a Comment