Addio a Giannattasio, teramano-prodigio del calcio che non c’è più

Centrocampista dalla grande visione di gioco, dalla Motom di Teramo spiccò il volo verso la Serie C dove vinse tre tornei di C con Brindisi, Matera e Lecce. Titolare in 4 stagioni di B e allenatore vincente (due titoli Primavera con il Perugia). I funerali a Matera, la sala sarà tumulata a Teramo

TERAMO – La triste notizia è rimbalzata da Matera nella serata di ieri, quando la famiglia ha annunciato la scomparsa, all’età di 77 anni, dopo una malattia, di Diego Giannattasio. L’ex giocatore e allenatore teramano (era nato in città il 19 luglio 1945), che nella sua lunga e prestigiosa carriera ha vestito la maglia dell’Oratoriana Teramo e poi della Motom, prima di fare il grande salto nel Bari, sarà ricordato per i suoi ottimi piedi (fu libero ma anche valido centrocampista) e per la sua intelligente visione di gioco in mezzo al campo.

Giannattasio vinse tre Campionati di Serie C negli anni ’70 con il Brindisi (1972-73, 1973-74), il Matera (1979-80) e il Lecce (1976-77) e con quest’ultimo anche una Coppa italia Semipro e la Coppa Italo-inglese nel 1976), disputando con le stesse maglie 4 campionati di Serie B da titolare, prima di passare sulla panchina per allenare Matera, Taranto, Altamura e, da secondo, anche il Perugia: con il Grifone, al 1994 al 1998, vinse due campionati Primavera, dopo essere stato finalista nel precedente. Per un periodo, nel 1996, ha anche guidato la prima squadra dopo, l’esonero di Novellino e l’arrivo di Giovanni Galeone. Nel 1998-1999 è stato secondo di Ilario Castagner. Termina l’esperienza perugina nel 2000 passare ad allenare la Primavera dell’Ancona e poi svolge per conto della Figc il ruolo di osservatore ufficiale per le nazionali giovanili.

In Serie B ha totalizzato complessivamente 122 presenze, segnando 6 reti. L’ultima partita l’ha giocata nel 1981, in Serie C1, a Matera.

I funerali di Diego Giannattasio si svolgeranno a Matera, dove da tempo risiedeva, domani, sabato 7 gennaio, alle 15 nella Parrocchia di San Pio X nel quartiere Spine Bianche. Per volontà della compagna Mirella e dei figli Georgia, Valeria e Luca, la salma è esposta da questa mattina nella propria abitazione in via Degli Svevi, sempre a Matera. La salma sarà poi tumulata nel cimitero di Cartecchio, domenica 8 gennaio alla 12.

Palmarès

Leave a Comment