Amarcord 1979. I licenziamenti nei cantieri del Traforo mettono in crisi l'occupazione. Si cerca il sindaco successore di Nando Di Paola

Colpo milionario al deposito dei jeans Pooh in Vibrata. Terremoto a Pescara. Si indaga a Teramo sulla misteriosa morte di un 21enne
14 aprile 2019
TERAMO - Nell'aprile 1979 è torrido il fronte sindacale per il gravissimo problema occupazionale che la conclusione dei lavori del Traforo porterà alla provincia di Teramo. Dei 2019 operai impegnati nel tunnel del Gran Sasso, nell’aprile del 1979 400 sono già in cassa integrazione e molti altri se ne annunciano. La Flc cerca di. Intavolare trattative con ministero, Anas ed Enel, ma la situazione è nera: il progetto Vomano non decolla, l’ente gestore dell’energia non affronta la questione relativa ai raddoppi delle centrali sul Vomano, si discute della possibilità di rioccupare le maestranze sul fronte delle strade, con il progetto dell’autostrada che colleghi il Gran Sasso alla Val Vomano.
AAA cercasi sindaco a Teramo. Mentre la Pasqua porta una riflessione sulla nomina del nuovo sindaco, dopo la candidatura di Nando Di Paola al Senato (torna in auge il nome dell’assessore alle Finanze, il democristiano Gennaro Valeri), almeno una cosa viene chiarita in casa Dc: il capogruppo in consiglio, dopo il ‘rifiuto’ di Lino Nisii e la minor probabilità di Domenico ‘Mimì’ D’Antonio, ecco la soluzione: sarà il candidato ed ex sindaco Fernando Di Paola. 
Candidature nel Pci. La seduta congiunta del 14 aprile 1979 del comitato federale e della commissione federale di controllo del Partito comunista di Teramo, all’unanimità, ha indicato i nominativi dei candidati al Parlamento nelle elezioni dei prossimi 3 e 4 giugno 1979: Marcello Maranella (segretario provinciale della Cna), Arnaldo Di Giovanni (presidente uscente del consiglio regionale) e Carlo Zambianchi (primario di chirurgia all’ospedale di Sant’Omero e consigliere comunale a Giulianova) correranno per la Camera dei Deputati, Claudio Ferrucci per il Senato.
Terremoto a Pescara. La Pasqua 1979 porta il terremoto a Pescara. Tre minuti di paura sulla costa Adriatica dove si sentono molto bene i riflessi dell’onda tellurica del drammatico siamo in Montenegro, dell’ottavo-decimo grado della scala Mercalli, che miete oltre 200 vittime sulla sponda slava. La scossa avvertita con minor intensità anche a Teramo, a Chieti un 58enne muore d’infarto per la paura.
Morte misteriosa in ospedale. Il giudice istruttore Gianfranco Iadecola apre un fascicolo d’inchiesta sul misterioso decesso, nel reparto di Semeiotica medica dell’ospedale di Teramo, di un 21enne teramano, dopo un ricovero di due settimane nella Psichiatria. I compagni del giovane hanno disseminato la città di volantini in cui accusano della morte i sanitari del nosocomio, la direzione dell’ospedale respinge le accuse, la magistratura indaga.
Colpo con sequestro a Corropoli. Una banda composta da 8 malviventi armati e incappucciati fa irruzione nel deposito della Società Manifatture (che produce jeans per il famoso marchio Pooh) nel territorio di Controguerra, sequestrano il custode e la sua famiglia (moglie, due figli di 19 e 15 anni e la suocera ottantenne) legandoli e imbavagliandoli. Indisturbati cominciano a svuotare il magazzino caricando circa 60mila metri di stoffe per un valore all’epoca di circa 3-400 milioni di lire. Nel corso della razzia è arrivato un camionista che avrebbe dovuto caricare merce ed è stato legato anche lui. Il gruppo è riuscito a liberarsi qualche ora dopo che i banditi erano andati via ed è scattato l’allarme. Le indagini sono condotte dai carabinieri della compagnia di Nereto.
Lollobrigida all’inaugurazione di “Edi 3”. E’ nel mese di aprile 1979 che la storica commerciante Elsa Di Lodovico - scomparsa proprio in questi giorni all’età di 95 anni - inaugura ia Pescara, nei pressi di corso Umberto, la terza boutique, che si chiama ‘Edi 3’, dopo i gemelli ‘Edi 1’ ed ‘Edi 2’ a Teramo. Al taglio del nastro presenze illustri, come il famoso creatore di moda Sergio Soldano e l’attrice Gina Lollobrigida.
Pallamano, teramani in azzurro. Per i teramani Franco Chionchio, 18 anni, e Antonio Scarponi, 20 anni, arriva la convocazione nella nazionale italiana juniores che disputerà la Coppa Latina, che si gioca a Rimini e Forlì. Un giusto riconoscimento per le qualità tecniche dei due biancorossi della Campo del Re Teramo, titolari fissi della formazione di Ante Sabic.
Basket, Roseto sconfitto dopo 6 vittorie consecutive. La Gis Roseto capolista della poule per l’accesso ai play off per la serie A2, cade a San Severo dopo sei vittorie consecutive. Lo stop, che costa la vetta della graduatoria, non pregiudica però il cammino del quintetto rosetano verso gli spareggi.
Voto medio (1 voti; 5.00)
Vota:
counter