Scuole e Università chiuse a Teramo e in parte della provincia

I sindaci decidono per la sicurezza di tutte le scuole a causa del terremoto. A Teramo hanno preso avvio le verifiche
27 ottobre 2016

TERAMO - IERI Scuole di ogni ordine e grado chiuse  domani a Teramo e a Giulianova, Roseto, Alba Adriatica, Tortoreto, Civitella del Tronto, Sant'Egidio alla Vibrata, Sant'Omero, Colonnella, Ancarano, Nereto, Martinsicuro, Valle Castellana, Castellalto, Bellante, Torricella, Basciano, Campli, Atri. La decisione, assunta tra i sindaci e il presidente della Provincia di Teramo, Renzo Di Sabatino, si è resa necessaria per le verifiche delle strutture scolastiche dopo le violente scosse di terremoto della serata. Resterà chiusa, a Teramo città, anche l'Università, che comunica che l'esame di ammissione alla scuola di specializzazione in professioni legali, previsto per domani, 27 ottobre, alle 9, si terrà alla stessa ora ma nella sede di Piano d'Accio.

OGGI Nel frattempo, lo comunica lo stesso sindaco di Teramo Brucchi, in città sono partite le verifiche degli edifici scolastici.

 

 

Voto medio (0 voti; 0)
Vota:
counter