A Rimini pre-partita con incidenti, 16 identificati e 3 arrestati

"Contatto" davanti al bar-ritrovo dei tifosi riminesi, un semaforo rosso e la rissa. Nessun ferito
21 novembre 2015

RIMINI - Violenti scontri tra tifosi di Rimini e Teramo prima del match di LegaPro valevole per la 12esima giornata di campionato. Secondo quanto riferiscono fonti giornalistiche riminesi (le foto di questo servizio sono tratte dal sito riminitoday.it), a farne le spese sono state due auto di tifosi teramani e l’arredamento esterno del bar Nuova Vita, in via Pascoli. Da una prima ricostruzione dei fatti sembra che mezzora prima del match due auto, con a bordo i tifosi del Teramo, siano transitate dinanzi al bar dove si riuniscono i tifosi di casa. Tra i due gruppi ci sarebbe stato uno scambio di invettive e gestacci ma sarebbe finito tutto lì se non fosse stato per un semaforo rosso all’incrocio in direzione mare, che ha costretto le due auto a fermarsi: è stato allora che è scoppiata la rissa, con il lancio di oggetti e anche degli arredi e delle suppelletili del bar, lanciati contro i tifosi teramani da quelli riminesi. Sul posto è intervenuta la Polizia con il reparto mobile, che ha dovuto sparare anche un lacrimogeno per disperdere i due gruppi di ultrà. Mentre i riminesi coinvolti si sono allontanti, i teramani sono stati bloccati e accompagnati in questura: per tre di loro è scattato l'arresto e lunedì mattina dovrebbero comparir dinanzi al giudice per la direttissima. Altri 16 sono stati identificati e rilasciati. Per tutti, compresi i riminesi per i quali si sarà una identificazione differita, scatteranno i provvedimento di allontanamento dagli stadi. Sembra che gli incidenti non abbiano fatto registrare feriti.

Voto medio (0 voti; 0)
Vota:
counter