Aggredito e rapinato in casa per 200 euro

Bellante: drammatica esperienza di un operaio. Due stranieri entrano in piena notte forzando la porta
29 gennaio 2014

BELLANTE - Hanno aperto la porta di casa con un piede di porco, mentre lui era in cucina. All'improvviso, due sconosciutio con i volti travisati, gli sono saltati addosso e lo hanno colpito a pugni e calci. sono stati attimi drammatici quelli vissuti la scorsa notte, poco dopo le due, da un operaio di circa 50 anni che vive da solo nelle campagne attorno a Bellante. I due, molto probabilmente albanesi, avevano un obiettivo preciso: rubare. La reazione dell'inquilino è stata decisa: ne è nata una violenta colluttazione con gli aggressori, in cui però l'operaio ha avuto la peggio. Colpito e ferito al volto e al torace, è stato costretto a rifugiarsi all'interno della casa, sfruttando il vantaggio di conoscere bene tutti gli angoli. E' riuscito così ad eludere la ricerca dei due sconosciuti, restando nascosto fino a quando non si sono allontanati. E' stato soltanto allora che è riuscito a chiedere aiuto e a farsi accompagnare in ospedale, a Teramo. Qui i medici del pronto soccorso del Mazzini lo hanno giudicato guaribile in una ventina di giorni per le numerose escoriazioni rimediate nell'aggressione. Secondo quanto accertato, i ladri hanno rubato il suo portafogli con una somma di circa 200 euro. Sono in corso indagini da parte dei carabinieri. 

Voto medio (0 voti; 0)
Vota:
counter